De Paula: “Fisicamente sono pronto. E’ questo il vero campionato”

Messina può essere la tappa giusta per il suo rilancio. Marcos Ariel De Paula ha salutato il Lumezzane per vestire i colori giallorossi proprio nell’ultimo giorno di calciomercato. In Italia dal 2001, apice la parentesi in A al Chievo, club titolare del suo cartellino, è stato frenato negli ultimi anni da diversi infortuni. L’attaccante, però, rassicura subito circa le sue condizioni fisiche: “Sono rientrato già da un anno, giocando al Lumezzane nella seconda parte dello scorso torneo ed in questi sei mesi. Inizialmente ho trovato spazio, ma nell’ultimo periodo ero finito ai margini, più per scelte societarie che del mister. Comunque mi sono sempre allenato e sono a posto fisicamente”.

De Paula con la maglia del Chievo

De Paula ai tempi del Chievo in Serie A

Come nel caso di Rullo la voglia di rivalsa è tanta anche per il trentunenne brasiliano. “Nel percorso di un calciatore ci sono cose che possono capitare ed io ho subìto tanti infortuni, perdendo la categoria che mi ero guadagnato. Adesso ho voglia di continuare a giocare a calcio e sono felice di essere a Messina, in una piazza che può consentirmi di tornare a fare il salto. Non ho nessun rimpianto per la mia carriera. Essendo stato sempre di proprietà del Chievo ho girato tanto per scelte della società, ma questo è comunque servito per farmi crescere ed arrivare a giocare ai massimi livelli”.

I due gol messi a segno in massima serie con i clivensi spiccano nel biglietto da visita di De Paula, in grado di essere qualcosa in più che il vice Corona. “In avanti posso ricoprire tutti i ruoli, a Padova ho giocato anche da esterno. Sono un elemento duttile e mi metterò a disposizione del mister. Poi sarà il campo a parlare”.

De Paula in azione con la maglia del Bari contro la Reggina

De Paula in azione con la maglia del Bari

L’ex di Bari e Foggia, tra i convocati per la sfida di sabato contro la Paganese, ha le idee chiare sul torneo che si accinge ad affrontare: “Sono stati per tanti anni al Sud e so la differenza che esiste a livello di tifo con le città del Nord. Il Messina, anche in C, è una piazza importante e la storia di un club conta sempre. Inoltre c’è tantissima differenza tra il girone A e quello che giocherò adesso con i giallorossi. E’ questo il vero campionato”.

Commenta su Facebook

commenti