Cucinotta: “Arriveremo tra le prime otto, non falliremo l’obiettivo”. Il difensore recupera per Gavorrano

Antonio Cucinotta
Antonio Cucinotta

Il difensore Antonio Cucinotta

A Gavorrano ci sarà e per Catalano è un grosso sospiro di sollievo. Nonostante l’emergenza in difesa, dovuta alle squalifiche di De Bode e Ignoffo, in casa Messina c’è infatti la buona notizia del rientro in gruppo di Antonio Cucinotta. L’ex Milazzo, uscito malconcio dalla gara con il Cosenza per un problema fisico, ha lavorato con i compagni nella seduta di venerdì ed è dunque pronto a giocare dal 1’ al “Malservisi”. Agirà nel pacchetto arretrato insieme a Caldore e Silvestri, sulla base dell’ormai collaudato 3-5-2.

“Siamo abituati da inizio stagione a dover far fronte ad infortuni e squalifiche – afferma Cucinotta – e chi scenderà in campo di sicuro non farà rimpiangere gli assenti. Il nuovo modulo ci ha dato maggiori equilibri. Stiamo facendo bene da tre gare, subendo meno anche grazie alla maggiore copertura offerta dai centrocampisti e creando varie occasioni da rete. Nel calcio occorre però buttarla dentro per vincere le partite”.

Una formazione del Messina

Una formazione del Messina

A Gavorrano il Messina troverà di fronte una squadra in difficoltà (penultima con un punto in meno rispetto ai giallorossi), ma con la spinta del nuovo tecnico in sella (Masi). “Quando una squadra cambia allenatore c’è sempre una scossa, perché i giocatori puntano a mettersi in mostra per l’arrivo del nuovo tecnico. Nulla, però, dovrà costituire un alibi e siamo pronti ad andare in Toscana per conquistare i tre punti. Le vittorie consentono di lavorare meglio durante la settimana e di godere della giusta tranquillità. Dopo lo 0-3 contro il Foggia avevamo davvero toccato il fondo come accaduto un anno fa a Ribera. Siamo ripartiti subito, ora manca soltanto un successo”.

Ancora il giocatore ex Milazzo in azione

Ancora il giocatore ex Milazzo in azione

A Gavorrano, insieme a Quintoni, Bucolo e Simonetti, compagni di avventura anche a Milazzo, Cucinotta scese in campo nell’ottobre 2011. Finì 1-1. “Fu un buon pari, conquistato grazie ad un gran gol realizzato da Bucolo su calcio di punizione. Domenica dipenderà esclusivamente da noi l’esito finale della partita. Dovremo continuare a mettere in pratica quello che stiamo facendo da un paio di settimane”.

Con sei gol il Messina ha attualmente il secondo peggiore attacco del campionato. Soltanto gli attaccanti sono riusciti a trovare la via della rete in questo tribolato avvio di stagione. Un dato da cancellare in fretta. “L’anno scorso anche difensori e centrocampisti diedero il loro grande contributo in zona gol e questo risultò fondamentale in ottica promozione. Speriamo già da domenica ci si possa sbloccare anche in questo senso. L’importante è comunque creare i presupposti per andare a segno e nelle ultime gare lo abbiamo fatto con buona frequenza, mentre in precedenza avevamo palesato grandi difficoltà nella fase di costruzione“.

L’attualità recita di un terz’ultimo posto difficile da pronosticare ad inizio stagione. Quelle con Gavorrano e Melfi (sabato 16 al “San Filippo”) sanno tanto di gare chiave. Sul piazzamento finale Cucinotta è comunque certo: “Ci auguriamo tutti che le prossime due partite possano consentirci di risalire in classifica. Alla fine arriveremo tra le prime otto, sono sicuro che non falliremo l’obiettivo. La nostra è una buona squadra e in più abbiamo una società molto seria alle spalle”.

 

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com