Cucciari: “Resta il rammarico, nonostante il 2-2. Corona un marpione”

Cucciari

Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto ? Il tecnico della Lupa Roma, Alessandro Cucciari, non riesce a sorridere del tutto nonostante la sua squadra abbia scongiurato in extremis il ko contro il Messina grazie all’incredibile marcatura del portiere Rossi. “La sconfitta sarebbe stata una beffa esagerata per quanto espresso dalla squadra” ha detto l’allenatore capitolino in sala stampa. “In vantaggio di un gol abbiamo avuto anche la chance per il raddoppio, fallendola. Così dal possibile 2-0 si è andati all’1-1 del Messina. Nel finale di primo tempo, come spesso ci è accaduto in questo torneo, siamo stati colpiti nuovamente, per effetto della segnatura di Ciciretti. Un episodio che avrebbe potuto far demoralizzare i ragazzi che invece non si sono buttati giù e hanno anzi cercato di giocarla alla fine. Il punto ci dà sollievo, perchè una sconfitta ci avrebbe fatto precipitare al quint’ultimo posto, ma resta il rammarico per non avere vinto una partita fondamentale. Dispiace e senza il gol di Rossi parleremmo di una beffa assurda”.

Alessandro Cucciari in panchina

Alessandro Cucciari in panchina

Solo due punti in sette giornate per la Lupa Roma ed appena due punti di margine sulla zona playout. Cucciari può però essere soddisfatto dei progressi delle ultime settimane. “Mi aspettavo una reazione e nelle gare con Lecce e Messina la squadra ha mostrato buone cose. I risultati ci penalizzano, ma non posso rimproverare nulla ai miei per determinazione e voglia di combattere. Qualche piccola distrazione, penso soprattutto al primo gol, ci è però costata cara. Non si può lasciare da solo in area un vecchio marpione come Corona, a 40 anni ancora protagonista. La mia posizione ? Come ogni allenatore dipendo dai risultati. Prima ero considerato bravo, adesso si parla diversamente e ci può stare che la società possa assumere dei provvedimenti, ma non ho nulla da rimproverarmi. Col mio staff ce la metto sempre tutta e cerchiamo di fornire alla squadra il massimo delle nostre conoscenze. Sono una persona di sport e so che in una stagione si possono vivere dei momenti negativi, dopo i quali può tornare il sole. Sono sereno, lavoriamo bene e i risultati diranno alla fine se avremo raggiunto o meno l’obiettivo stagionale”.

Commenta su Facebook

commenti