Ct Vela, countdown per la finale. Caruso: “Grande gruppo, vogliamo lo scudetto”

Salvo CarusoSalvo Caruso del Ct Vela

Per il Ct Vela Messina è ufficialmente iniziata l’operazione finale scudetto. Il gruppo è partito questa mattina, in direzione Lucca, dove nel week-end è in programma la sfida per il tricolore con lo Sporting Club Selva Alta di Vigevano. Si giocherà tra sabato e domenica al PalaTagliate. La squadra del presidente Barbera arriva all’ultimo atto da imbattuta, con tre vittorie e tre pareggi nel girone, più due successi nel doppio confronto con Siracusa.

Il Ct Vela è partito per Lucca dove si giocherà la finale scudetto

Salvatore Caruso, intervistato per Federtennis, manda simpaticamente un avvertimento all’amico Filippo Baldi che a Lucca sarà suo rivale per lo scudetto. “Con Filippo c’è un gran rapporto – dice Caruso, alfiere del Ct Vela – ci siamo sentiti e sarà bello affrontarsi. Si allena a Palermo e quindi è un po’ siciliano anche lui. Gli ho fatto innanzitutto i complimenti perché, eliminando Genova, hanno compiuto un capolavoro. A Lucca sarà sicuramente una festa del tennis, ma speriamo alla fine di festeggiare noi”.

Sarà una finale tra outsider e questo aumenta l’incertezza. “Per noi è un risultato inaspettato – ammette Caruso – L’anno scorso non c’ero quando Messina ha raggiunto la salvezza ai playout (contro Palermo ndr). Quest’anno puntavamo a salvarci con più tranquillità, ma non immaginavamo di arrivare addirittura fino a Lucca. I ragazzi hanno fatto un grandissimo lavoro sia nel girone e ancor di più nella semifinale con Siracusa. Per me è stata una sfida molto emozionante”.

Salvo Caruso

Il 26enne di Avola, da numero 96 Atp è il top player della squadra. “La verità – dice Caruso a Federtennis – è che abbiamo un gran gruppo, siamo tutti amici e tutti siciliani. I fratelli Tabacco hanno dato un grande apporto: Fausto è un 2002, Giorgio addirittura un 2003 e giocare una finale scudetto a 16 anni è davvero un riconoscimento importante. E poi c’è Gianluca Naso che sta facendo cose incredibili. Anche Vigevano ha un gruppo molto unito, ricordo contro di loro altre partite tiratissime in passato. Lo scudetto sarebbe la ciliegina sulla torta di una stagione indimenticabile. A Messina c’è grande entusiasmo per questa finale e ci si sta mobilitando per avere a Lucca più tifosi possibili. L’obiettivo è portare a casa il titolo di Campioni d’Italia”.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva