Costa e Agatirno iniziano forte. Siracusa cade a Gravina, Spadafora rimonta. All’Alfa il derby col CUS

La palla a due di Green- Costa d'Orlando

Quattro vittorie in casa, due in trasferta ed una gara (quella fra la Studentesca Licata e il Cocuzza di San Filippo del Mela) posticipata al 12 ottobre, questo è il bilancio della prima giornata del campionato di Serie C Silver, che ha preso il via nello scorso fine settimana. Il match clou della giornata inaugurale si giocava domenica a Palermo, di fronte Green Basket e Costa d’Orlando due delle formazioni più accreditate alla vittoria finale. Ad avere la meglio sono stati i biancorossi di coach Condello, in una gara dalle basse percentuali al tiro, conclusa su 53-60. I paladini iniziano bene 7-12 al 10’ e nonostante il ritorno del Green, chiude in vantaggio a metà gara sul 28-29. Grande equilibrio anche nel terzo periodo, Costa tenta la fuga, ma Tagliareni riporta i suoi a -2. Alla mezzora ospiti ancora avanti (37-41), ma i ragazzi di Verderosa non mollano e si riportano in vantaggio con Forzano. Nel finale prevale la freddezza dei “Paladini”, Fazio piazza la bomba decisiva e per il Green non c’è più niente da fare. Ai palermitani non bastano i 27 punti di Blanks, mentre per la Costa quattro vanno in doppia: Griffin (16), Bowmann (12), Fazio e Caronna (11 a testa).

Deonta Stocks

Deonta Stocks

Sabato prossimo la Costa ospita nel derby tutto orlandino la Nuova Agatirno, che ha bagnato l’esordito con una strepitosa vittoria per 97-87 sull’Eagles Palermo. I ragazzi di Jorge Silva stordiscono gli avversari con una partenza fulminea (31-8) al 10’, grazie all’americano Stocks ed il 54-34 di metà gara con Pavicevic in evidenza. Terzo periodo senza storia, con i locali che vanno sul +30  e chiudono sull’86-53 al 30’. Ultimo quarto giocato in scioltezza dall’Agatirno, la squadra di Priulla ne approfitta per ridurre lo svantaggio. Stocks con 34 punti è il miglior realizzatore degli orlandini, bene anche Pavicevic (26), Winford 15 e Zanatta (10). Nell’Eagles in luce Taylor (34), Biasich (24) ed Henderson (20).

stuppia ivan

Ivan Stuppia ha trascinato i compagni al successo

Nel secondo anticipo vittoria rocambolesca del Nuovo Avvenire Spadafora che al Polivalente batte in rimonta il Gruppo Zenith Messina per 74-65. Gara in mano agli “Scolari”, già nel primo parziale scappano sul +12 per poi vedersi raggiungere nel finale sul 23-24. A inizio secondo periodo sorpasso locale con Stuppia, poi ancora Basket School in auge con Weglinski (25 punti alla fine) e primo tempo che si chiude sul 28-41. Terza frazione equilibrata, i locali non mollano e rosicchiano un paio di punti andando sotto di 11 (51-60) al 30’. Nell’ultimo quarto Messina scompare di scena, Stuppia (25 punti anche per lui) sale in cattedra e trascina i compagni ad una rimonta che qualche minuto prima sembrava impossibile. Con un parziale di 24-4 gli Spartans spengono le velleità del team di Baldaro e regalano una grande gioia a coach Maganza che sorride anche per  la buona la prova di Sofia (16), Mobilia (15) e Scozzaro (10). Per il Gruppo Zenith in doppia cifra, oltre Weglinski, anche Hodges (11) e Buono (10).

Carmelo Mammana

Carmelo Mammana

Inizia positivamente il campionato della Nova Virtus Ragusa, i ragazzi di coach Di Gregorio superano per 87-78 una tenace FP Sport Messina, che rimane incollata agli avversari per tutto il primo tempo: 20-19 e 41-40 i parziali. Nel terzo periodo il break del team ibleo che la squadra di coach Paladina non riesce più a rimontare già al 30’, chiuso sul 62-55. Ragusa gestisce il vantaggio, grazie anche alla panchina più lunga rispetto a quella dei messinesi, che mandano in doppia cifra ben cinque uomini: Tunovic, top scorer della gara con 22 punti, Caddel (18), Salvatico (14), capitan Cavalieri e Squillaci con 10 punti a testa. Mammana (18 punti) è il miglior realizzatore dei ragusani che vanno a segno in dieci: in doppia anche Ale Sorrentino (16) e Canzonieri (10).

Gottini in azione

Gottini in azione

L’Alfa Catania, senza i due americani, fermi per problemi di tesseramento, ed il lungo Arcidiacono infortunato, si aggiudica il derby etneo giocato in casa del CUS Catania (49-54 il finale). I cussini rendono dura la vita agli alfisti, il primo periodo è appannaggio del team di Guadalupi (16-14). Nel secondo parziale la rimonta dell’Alfa che chiude all’intervallo lungo sul 29-28. Ma il CUS non molla, passa a condurre nella terza frazione: al 30’ il tabellone recita CUS 43, Alfa 37. Decisivo l’ultimo quarto, la squadra di coach Bianca sfrutta un vistoso calo fisico dei padroni di casa. Le giocate di Ferraro, Gottini e Catotti regalano il successo agli ospiti. In evidenza fra i cussini Abramo (14) e Lo Faro (10). Per l’Alfa ha in Gottini (20) e Ferraro (19) i migliori realizzatori.

Marco Consoli in azione. Foto Giuseppe Lazzara

Marco Consoli in azione. Foto Giuseppe Lazzara

La sorpresa della giornata arriva da Gravina, dove lo Sport Club si impone con il risultato di 77-68 sull’Aretusa. Coach Marletta deve rinunciare al play americano DiTrapano, ma paga la verve del duo Santonocito (22) – Consoli (16) e la grande intensità messa in campo dagli etnei. Prima frazione favorevole alla squadra di coach Marchesano (21-15), nel secondo periodo Agosta, Vujicevic e Sorrentino guidano la rimonta e si va al riposo lungo sul 33-31. Nel secondo tempo l’Aretusa raggiunge il pari (41-41), ma poi subisce ancora il ritorno del Gravina che alla mezzora conduce per 57-49. Nel quarto finale gli etnei non mollano la presa e conducono in porto una vittoria preziosissima. All’Aretusa non bastano le doppie cifre di Agosta (19), Sorrentino (16), Bonaiuto (15) e Vujicevic (12).

Oltre al derby paladino che sarà diretto da Barbera e Tartamella, il prossimo turno metterà di fronte, sabato 8, Cocuzza SFM – N.V. Ragusa (PalAlberti Ore 18:30, dirigono Di Giorgi e Miragliotta) e Pol. Alfa – Gravina (Castorina e Panno). Domenica in campo alle 18: FP Sport – Spadafora (arbitri Vizzini e Di Bella); Gruppo Zenith – Green Palermo (Fichera e Perrone); Aretusa – CUS CT (Filesi e Lorefice); Eagles PA – Licata (Cannata e D’Amore).

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva