Coralli: “Il gol mi mancava da tanto. A Palermo senza paura contro la capolista”

CoralliCoralli pressato da un avversario (foto Nino La Macchia)

Nella meritata vittoria contro il Biancavilla è risultato fondamentale l’apporto di Claudio Coralli, alla seconda rete in questo tribolato inizio di stagione. Il “Cobra”, autore di una prestazione da applausi, ha messo a segno il 2-0 con un colpo di testa da centravanti vero, rompendo finalmente il digiuno che durava dal match con il Castrovillari del 22 settembre. “Ho fatto gol e sono felice perché abbiamo portato a casa i tre punti. La rete mi mancava da tanto e sono andato vicino anche alla doppietta”.

L’ex attaccante dell’Empoli loda la svolta mostrata dal gruppo:Abbiamo corso tanto, giocando un primo tempo veramente bellissimo, il migliore di questo campionato, con l’1-0 e anche un gol annullato. Nel secondo tempo abbiamo avuto qualche altra palla per segnare e lì bisognava essere più cinici perché poi le partite si possono complicare. Abbiamo giocato più spavaldi e ci meritiamo questa vittoria, come la meritano i tifosi che ci hanno trascinato per 90 minuti, cantando e applaudendo”.

Acr Messina

L’Acr Messina celebra la rete del raddoppio (foto Nino La Macchia)

Bottino pieno in 180’, la cura Zeman sta dando i suoi frutti: “Al mister si sa, piace far correre e fare i gradoni, ci ha dato un po’ più di forza. Abbiamo cambiato rotta e speriamo di continuare così”. Due successi utili anche a spegnere, almeno per il momento, tutte le voci di mercato. “Tutte le settimane leggiamo queste voci, poi a dicembre si tireranno le somme e saranno scelte della società. Sarà il presidente a decidere chi deve restare e chi deve andare via. Intanto lottiamo tutti per il Messina”.

Bastone e carota per il giovane Orlando, al terzo gol in campionato. Coralli, da veterano, lo riprende: “Orlando ha fatto un gran gol, però deve migliorare quando deve far segnare gli altri. Io lavoro sempre per la squadra, lui deve capire i momenti e nel secondo tempo bastava un secondo per metterci davanti alla porta almeno due o tre volte. Il giocatore c’è, ma deve migliorare”. 

Avella

Un intervento di Avella in tuffo (foto Nino La Macchia)

La zona playoff è ora lì, ad un passo. E domenica prossima si va a Palermo: non una gara come le altre. “L’obiettivo lo sapete tutti. Ora non pensiamo ai playoff ma a domenica, una partita troppo importante per noi, la società e la tifoseria. Affronteremo la capolista e bisognerà andare lì senza paura per giocarci questa partita”. 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva