Coppa Italia Eccellenza – Rigori fatali al Taormina in casa del Catania S.Pio X

Roberto Casella

roberto_casellaL’avventura del Taormina in Coppa Italia finisce a undici metri dalla semifinale. Questo pomeriggio i biancazzurri, impegnati nel ritorno dei quarti di finale, hanno sfoderato un’ottima prestazione superando a domicilio il S.Pio X per 2-1, ovvero lo stesso risultato con cui gli etnei si erano imposti al “Bacigalupo” nella gara d’andata. Fatali i calci di rigore per la squadra allenata da De Cento che abbandona a testa alta una competizione onorata fino alla fine.

Il Taormina si schiera con Mancari fra i pali, difesa composta da Porchia, Filistad, Ulma e Laquidara. Al centrocampo sulla mediana Grasso e Zappalà con D’Emanuele e Mancuso sugli esterni. Coppia d’attacco formata da Muscolino e dall’esordiente Maggioloti.

Sono i padroni di casa a gestire la prima parte di gara,  al 15′ De Cento è costretto ad effettuare la prima sostituzione per l’infortunio di Maggioloti, uscito malconcio dopo l’ intervento di un avversario. Al suo posto l’attaccante Franco, tornato in settimana dal prestito all’Atletico Taormina. Al 30′ il S.Pio X si porta in vantaggio con Riccobono. La reazione degli ospiti arriva negli ultimi venti minuti della seconda frazione di gioco. Al 60′ De Cento mischia le carte facendo debuttare gli attaccanti Merlino e Casella rispettivamente per Muscolino e Mancuso. Al 70′ è proprio Casella a trovare il pareggio con una spettacolare rovesciata su cross di Laquidara. Pochi minuti più tardi l’ex attaccante dell’Igea Virtus sciupa clamorosamente il raddoppio da pochi passi. Il Taormina non demorde e al 90′ si porta in vantaggio con D’Emanuele. Dopo tre minuti di recupero la gara si chiude sul 2-1, analogo risultato dell’andata questa volta a parti invertite. Si procede con i calci di rigore.

Dal dischetto i padroni di casa si dimostrano più concentrati e superano i biancazzurri per 5-3, approdando in semifinale.

Proprio alla vigilia del match, il Taormina aveva ufficializzato 5 nuovi giocatori: Gabriele Strano, portiere classe 1994, proveniente dal S.Gregorio; Giuseppe D’Arrigo, difensore classe 1995, proveniente dalla Tiger Brolo; quindi 2 ritorni, quelli di Francesco Maggioloti, attaccante classe 1994, svincolato (era già stato nella Perla dello Jionio nello scorso campionato di Eccellenza 2012-2013;) e Roberto Casella, attaccante classe 1982 (il suo precedente risale invece al 2011/12), proveniente dal Venetico. Casella vanta un curriculum di tutto rispetto avendo vestito le maglie di Igea Virtus in serie C2 e di Camaro e Acireale in serie D. Giovanni Merlino, attaccante classe 1996, proveniente dallo Sporting Taormina. Interrotti, invece, i rapporti con il portiere Saro Pistorio,  il difensore Carmelo Bruno, i centrocampisti Federico Lombardo e Simone Ancione, nonché con l’attaccante Giuseppe Tosto

Il tabellino

CATANIA S.PIO X – TAORMINA 1-2 (5-3 D.C.R.)

MARCATORI: 30′ Riccobono, 70′ Casella, 90′ D’Emanuele

CATANIA S.PIO X: Scalia, Montella, Orefice, Arena (60′ Di Marco), Cristaldi, Doccula, Palermo (40′ Caruso), Mazzamuto, Criscione, Garufi, Riccobono (70′ Raineri) All: Giuseppe Anastasi.

TAORMINA: Mancari, D’Emanuele, Laquidara, Grasso, Filistad, Ulma, Porchia, Zappalà, Maggioloti (15′ Franco), Muscolino (60′ Merlino), Mancuso (60′ Casella) All. Saro De Cento.

ARBITRO: Marco Gullotta della sezione di Siracusa. Assistenti: Sebastiano Bevacqua e Rocco Dario Brugliera, entrambi della sezione di Enna.

NOTE: ammoniti: Palermo, Riccobono. Recuperi 1′ e 3′

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti