Contro il Rometta va a segno Chiaria. Caldore, Scoponi e Guilana schierati tra i titolari

La panchina del Messina: Catalano in piedi segue le fasi del match con il Rometta (foto Matteo Arrigo)
La panchina del Messina: Catalano in piedi segue le fasi del match con il Rometta (foto Matteo Arrigo)

La panchina del Messina: Catalano in piedi segue le fasi del match con il Rometta (foto Matteo Arrigo)

A fare da contorno all’amichevole tra il Messina ed il Rometta, formazione che milita nel torneo di Eccellenza, è stato principalmente il maltempo, che ha limitato anche le presenze sugli spalti, peraltro privi di una copertura. Nonostante ciò non hanno disertato l’appuntamento alcuni rappresentanti del tifo organizzato, storicamente vicino alla squadra anche nel corso delle amichevoli infrasettimanali.

Il terreno di gioco di Giammoro, che ospita le gare casalinghe del Valle del Mela, è stato funestato da pioggia e vento, che hanno messo a dura prova i protagonisti dell’incontro e lo staff tecnico capitanato da Gaetano Catalano. A decidere la sfida una prodezza di Chiaria, a segno dalla lunga distanza. Con Maiorano e Bolzan ancora ai box, e destinati a saltare la prossima trasferta di Caserta al pari degli squalificati Corona, Ignoffo e Simonetti, tutti impiegati nella ripresa, Catalano ha preferito tenere a riposo precauzionale anche Lasagna (certa la sua defezione domenica) e Cucinotta, che indosserà invece una delle tre maglie da titolare destinate ai centrali di difesa.

Un primo piano di Mirko Guadalupi, tornato ad agire in avanti al fianco di Chiaria (foto Matteo Arrigo)

Un primo piano di Mirko Guadalupi, tornato ad agire in avanti al fianco di Chiaria (foto Matteo Arrigo)

Con Lagomarsini e Silvestri al rientro dagli impegni con la Nazionale di Lega Pro, la retroguardia – un po’ sperimentale – è stata composta da Caldore, De Bode e Scoponi. Tra loro l’ex genoano sembra in pole per affiancare i già citati Cucinotta e Silvestri. A centrocampo conferme sulle corsie per Guerriera e Quintoni (che ha appena celebrato il suo ventinovesimo compleanno), mentre in mezzo hanno agito Bucolo, il portoghese Costa Ferreira e lo spagnolo Guilana, che potrebbe quindi rappresentare la grande novità della trasferta di Caserta, dopo l’ingresso nella ripresa con il Melfi. In campo infatti soltanto nella ripresa Gherardi e l’argentino Piovi. In avanti hanno agito infine il match-winner Chiaria ed il brindisino Guadalupi, che potrebbe tornare a giostrare in una posizione a lui più congeniale contro una delle annunciate protagoniste del torneo.

Consueta girandola di cambi nei secondi 45 minuti, in cui ha trovato spazio anche Privitera, il ’94 ex Nissa tesserato nelle scorse settimane ed ancora un po’ in ritardo di condizione. Presente a bordo campo il direttore sportivo Fabrizio Ferrigno. Dopo il fischio finale negli spogliatoi anche il patron giallorosso Pietro Lo Monaco, che ha voluto caricare la squadra in vista del prestigioso incrocio con la Casertana.

A fare da contorno alla sfida l’iniziativa legata alla campagna “Fiocco Bianco”, promossa in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne organizzata dal club service Lions Club Messina Colapesce e dall’Istituto scolastico Villa Lina Ritiro, rappresentato dalla Dirigente Giovanna De Francesco.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com