Con Vasco Rossi un grande concerto dopo mille giorni. Attesi 40mila spettatori

Vasco RossiLa carica di Vasco Rossi sul palco di Messina

A distanza di circa mille giorni dall’ultima volta lo stadio Franco Scoglio tornerà a registrare il tutto esaurito. E ovviamente non per una partita di calcio. Tre anni dopo il concerto di Laura Pausini e Biagio Antonacci, svoltosi nell’estate 2019, l’impianto di San Filippo ospiterà nuovamente Vasco Rossi, a quattro anni dalla sua ultima esibizione in riva allo Stretto.

Vasco Rossi

Il gigantesco palco che ospitò l’ultima esibizione di Vasco Rossi (foto Paolo Furrer)

Da settimane non vi sono biglietti disponibili, che sono stati acquistati soprattutto fuori città: secondo le previsioni degli organizzatori verrà superata la quota dei 40mila spettatori. In pratica tutti i posti a sedere disponibili più il prato. Il palco allestito al “Franco Scoglio” è davvero imponente, anche grazie ai due maxi-schermi collocati ai lati. Grande l’attesa per l’unica tappa relativa a Calabria e Sicilia.

Dopo il grande successo del Circo Massimo a Roma, al Sud sono previste anche le date di Napoli e Bari. Soddisfatti gli organizzatori dell’evento, Carmelo Costa, amministratore della “Musica da bere”, e Lello Manfredi de “Il Botteghino”. Lo stadio è stato rimesso pienamente a norma. Si è lavorato per ripristinare appieno gli impianti, il gruppo elettrogeno e le torri faro. Completati i lavori edili finalizzati alla messa in sicurezza dei locali che ospiteranno l’evento. Revisionati anche porte, cancelli esterni e tornelli.

Vasco Rossi

Vasco Rossi torna a Messina dopo quattro anni

Rimessi a nuovo perfino i seggiolini, grazie all’idropulitura effettuata dalla Messina Servizi, che ha curato anche la scerbatura all’esterno dell’impianto. Si è intervenuto infine sulle vetrate che perimetrano il terreno di gioco e lo separano dalle tribune e sui bagni. Interventi di manutenzione inevitabili dopo il Covid, anche perché alcuni settori erano chiusi da anni.

È il caso delle Tribune B e C, quelle che al vecchio “Celeste” venivano definite semplicemente Gradinata e Curva Nord. La prima venne aperta per le famiglie nel 2018 in occasione del match di Coppa Italia con il Giulianova. Nei prossimi giorni è prevista infine una rizollatura del terreno di gioco, che sarà così riconsegnato in condizioni ottimali. Il concerto è stato peraltro anticipato rispetto agli anni precedenti per cui vi sarà tutto il tempo per pianificare i prossimi eventi sportivi, sperando che nel frattempo il Messina calcio ritrovi un po’ della serenità perduta nelle ultime settimane.

Autori

+ posts