Città di Villafranca dal grande cuore: è semifinale

Al PalaErcole di Policoro il Città di Villafranca scrive un’altra pagina storica. Nella gara d’apertura dei quarti di finale della Final Eight di Serie B di calcio a 5 i tirrenici si sono imposti per 6-5 dopo i calci di rigore (4-4 al 40’) sul Carré Chiuppano, grazie alla strepitosa rimonta confezionata nei minuti finali di un match vietato ai deboli di cuore e poi ad una maggiore precisione nei tiri dal dischetto. Un traguardo meritatissimo per Di Trapani e compagni, superiori agli avversari sul piano del gioco e nelle occasioni create.

La formazione di Rinaldi prova ad imporre il proprio ritmo sin dall’avvio, utilizzando la carta del quinto di movimento. Al 3’ biancoverdi subito vicinissimi al gol con Ferreira, il cui tiro dalla sinistra viene deviato sulla traversa. Ci provano, quindi, Di Trapani, Salomao e Orofino, con Josic sempre attentissimo a protezione dei pali. La pressione del Città di Villafranca è costante, mentre i veneti faticano a trovare spazi, ma su uno dei pochi pericoli corsi nel primo tempo Lo Buglio è bravo a dire di no ad Iglesias Nunez, alzando sopra la traversa. Prima dell’intervallo Ferreira, imbeccato da Salomao, si vede negare il gol da Josic in uscita. Poi Di Trapani di tacco, su assist di Orofino, sfiora la deviazione vincente. time out

Il match si infiamma letteralmente nella ripresa. Al 2’ Ranieri tocca con la mano in area dopo la bella combinazione tra Di Trapani e Orofino: è rigore. Si incarica della battuta Salomao, ma la potente conclusione del brasiliano si stampa sulla traversa ed il successivo rimbalzo del pallone viene giudicato non oltre la linea. Un minuto dopo è invece il Carré Chiuppano a sbloccare sorprendentemente il risultato grazie a Ranieri che recupera palla e deposita in rete con un morbido tocco sotto. I tirrenici non demordono e centrano un’altra clamorosa traversa ancora con Salomao, autore di un tiro violentissimo. La sfortuna si accanisce contro il Città di Villafranca che coglie un nuovo legno all’8’ con Madonia. Il 2-0 dei veneti è una doccia freddissima e matura al 7’ per merito di Josic, a segno direttamente dalla propria porta con Ferreira e compagni tutti protesi in avanti. All’11’ la partita sembra già sui titoli di coda quando, con identico copione, Lucca insacca dalla distanza con il Città di Villafranca che cercava di produrre il massimo sforzo con il quinto di movimento. A riaprire il discorso ci pensa al 12’ Orofino con una perfetta conclusione sotto l’incrocio: 1-3. Il Carré Chiuppano centra però il poker, ancora dalla distanza e a porta vuota, con Iglesias Nunez e la strada per la squadra di Rinaldi si fa nuovamente tutta in salita. A questo punto esce fuori lo straordinario cuore del Città di Villafranca che dopo aver colpito con Orofino l’ennesimo palo di una partita incredibile, riduce le distanze al 16’ con Di Trapani, in gol sottomisura su assist di Ferreira. Si tenta il tutto per tutto con l’inserimento di Di Carlo, pur non al meglio per via di un problema al ginocchio. Al 17’ è suo il gol della speranza, con una bordata dalla destra: 3-4. Le emozioni degli istanti conclusivi del match diventano uniche, quando lo stesso Di Carlo, sull’ultimo assalto, a 3” dalla sirena, trova l’angolo giusto dalla sinistra, a fil di palo, facendo esplodere la gioia dei compagni e dei componenti della panchina, oltre che dello straordinario pubblico, in gran parte a sostenere i tirrenici. Sul 4-4 si va, dunque, ai rigori. Lo Buglio para il tiro di Pedrinho, Salomao insacca sotto la traversa. Lo Buglio si ripete su Iglesias Nunez, ma Orofino fallisce l’esecuzione, facendosi parare il tiro. Fuori bersaglio, quindi, le conclusioni di Lucca e Madonia. Peron trasforma per l’1-1, mentre il legno dice di no a Ferreira. Nell’ultima serie Lo Buglio è straordinario su Bianco, il resto lo fa capitan Di Trapani: 2-1 e Città di Villafranca meritatamente in semifinale. Si gioca domani alle ore 17.Vincenzo Di Carlo

Vincenzo Di Carlo, tra i grandi protagonisti del confronto con due gol, ha raccontato le sue sensazioni: “Per come si era messa la partita non pensavo di entrare in campo, date le mie condizioni fisiche. Se il mister mi ha impiegato è proprio perché ci credevamo fino alla fine, nonostante lo svantaggio. Poi sono arrivati i due gol e l’insperato pari, un’emozione unica. Arrivati ai rigori sentivo che avremmo vinto. Una partita del genere la sognavo da tempo. Era già bellissimo esserci qualificati alla Final Eight ed è un motivo d’orgoglio essere riusciti a passare il primo turno. Daremo tutto anche in semifinale, giocando senza timori e consapevoli delle nostre forze, per puntare a sorprendere ancora”.

Il tabellino. CARRE’ CHIUPPANO-CITTA’ DI VILLAFRANCA 5-6 dcr (4-4 al 40’)

CARRE’ CHIUPPANO: Josic, Peron, Iglesias Nunez, Bianco, Pereira, Rossi, Bianco, Ranieri, Lucca, Pedrinho, Villivà, Casarotto. All. Ranieri

CITTA’ DI VILLAFRANCA: Lo Buglio, Di Trapani, Salomao, Ferreira, Orofino, Piccolo, Abate, Bruno, Di Carlo, Madonia, Porcino, Avanzato. All. Rinaldi

ARBITRI: Riccardo Davì (Bologna), Andrea Di Vito (L’Aquila) CRONO: Luigi Sala (Campobasso)

MARCATORI: 3’ st Ranieri (C), 7′ st Josic (C), 11′ st Lucca (C), 12′ st Orofino (CDV), 14′ st Iglesias Nunez (C), 16′ st Di Trapani (CDV), 17′, 19′ st Di Carlo (CDV)

SEQUENZA RIGORI: Pedrinho (C) parato, Salomao (CDV) gol, Iglesias Nunez (C) parato, Orofino (CDV) parato, Lucca (C) alto, Madonia (CDV) fuori, Peron (C) gol, Ferreira (CDV) palo, Bianco (C) parato, Di Trapani (CDV) gol

AMMONITI: Ranieri (C), Ferreira (V)

 

Commenta su Facebook

commenti