Città, Paterniti suona la carica: “Nessun allarmismo, il nostro è un grande gruppo”

Città di MessinaL'undici titolare del Città di Messina sceso in campo contro il Gela (foto Familiari)

Il Città di Messina è ancora a caccia della prima vittoria stagionale in campionato. La formazione di mister Peppe Furnari ha infatti conquistato soltanto un punto all’esordio contro la Palmese, frutto di un magro 0-0 che ha lasciato qualche rimpianto ai giallorossi. Un mezzo passo falso condito da due ko, contro Gela e Nocerina, che hanno subito gettato nelle zone paludose della classifica i peloritani.

Quintoni e Galesio

Il Città di Messina si è arreso alla Nocerina nell’ultimo turno di campionato (foto Eduardo Fiumara – ForzaNocerina)

Una situazione molto delicata, analizzata nel dettaglio da Sebastiano Paterniti, autentico guardiano della porta del Città di Messina: “Non è sempre facile iniziare un nuovo campionato con una serie di risultati positivi. Veniamo da una categoria inferiore ed essendo una matricola possiamo avvertire qualche lieve contraccolpo. Nonostante questo inizio a singhiozzo non credo ci siano i presupposti per creare allarmismi o esprimere giudizi affettati. Ritengo che il Città di Messina abbia una rosa all’altezza di questa categoria, dobbiamo soltanto calarci nell’ottica di un torneo lungo ed impegnativo come quello di Serie D”.

“In Coppa abbiamo iniziato bene – aggiunge l’ex portiere di Milazzo e Due Torri – ma quelle gare, per quanto siano importanti, sono sicuramente di un livello agonistico minore rispetto a quelle che settimanalmente affrontiamo in campionato. La difesa ha forse mancato di lucidità nelle ultime uscite e dobbiamo rintracciare la causa di questo problema, che potrà essere sopperito con il trascorrere del tempo e l’impegno durante gli allenamenti. La società ha investito tanto sul mercato e non è mai semplice assemblare e far bene con una formazione rinnovata come la nostra. L’anno scorso abbiamo reso della difesa il nostro miglior attacco e anche in questa stagione sono certo che il reparto arretrato si prenderà le sue soddisfazioni, bisogna soltanto concedere del tempo a tutti”. 

Amella

Antonino Amella si gioca il ruolo di portiere titolare con Paterniti

L’estremo difensore del Città di Messina ha parlato anche della sana competizione con il giovane Antonio Amella, classe ’99 arrivato durante l’ultima sessione di mercato: “La squadra può soltanto trarre dei benefici da questa situazione. Tra me ed Antonino non c’è alcuna competizione, sappiamo entrambi di cosa siamo capaci e che apporto possiamo fornire al Città di Messina. In questi casi inizia un percorso di crescita da ambo le parti e dunque abbiamo soltanto da guadagnare. E’ chiaro che quando sei costretto a schierare quattro under in campo un jolly tra i pali non può che farti comodo. La domenica è sempre un punto interrogativo, dunque per me è fondamentale lavorare bene e cercare di conquistarmi la titolarità di settimana in settimana. Sta nelle mie corde essere sempre pronto e voglio continuare lungo questa linea per molto tempo ancora”. 

Paterniti in una fase di gioco di Città di Messina-Gela

Paterniti ha infine concluso, soffermandosi sulla sfida che domenica vedrà i peloritani opposti al Portici: “Domenica contro il Portici non sarà una passeggiata. Si tratta di una formazione che come noi non ha iniziato nel migliore dei modi ed è dunque intenzionata a riscattarsi. Il fattore campo non è dalla nostra, ma la società si sta impegnando per risolvere la questione legata al Marullo, l’impianto in cui svolgiamo i nostri allenamenti e testiamo le nostre gare. Nonostante questo piccolo svantaggio, è importante fare risultato anche al Franco Scoglio, poichè più punti racimoliamo adesso meglio sarà per noi successivamente. Siamo pronti a tornare alla vittoria”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti