Città di Messina, Cardia scalda i motori: “Qui per una scelta di vita”

CardiaCardia - Città di Messina

Non un doppio salto carpiato all’indietro, ma una vera e propria scelta di vita. Dopo aver conquistato da protagonista la Serie D con l’Igea Virtus per Francesco Cardia è arrivata l’ora di rimettersi in gioco. La nuova tappa della sua carriera si chiama Città di Messina, sfida affascinante e da vivere tutta d’un fiato, con la squadra di Nello Basile che va inserita di diritto nel novero delle favorite alla prossima promozione in Eccellenza. Un fuori categoria per sbaragliare la concorrenza, così il presidente Maurizio Lo Re ha spiazzato tutti, anche se i pronostici estivi non sono niente senza la conferma del campo.

Cardia guida l'assalto nel finale di partita

Cardia guida l’assalto nel finale di partita

L’ex Igea, intanto, è pronto per questa nuova avventura, frutto di una scelta ponderata anche alla luce delle numerose richieste arrivate dall’Eccellenza che, addirittura, dalla stessa Serie D: “Tra me e il Città di Messina c’è un feeling che dura da qualche tempo, non è certo il primo anno che mi hanno contattato ma solo ora questo trasferimento si è concretizzato” ha commentato Cardia. “E’ un’ottima società, sono sicuro che faremo bene. Ho trovato una presidenza molto ambiziosa ed entusiasta del progetto. Sono qui per una scelta di vita, ho deciso di restare a Messina e sono felice per quanto fatto. Questo per qualcuno è un doppio salto indietro. Io ci ho pensato molto naturalmente prima di accettare, all’Igea ho lasciato una famiglia e un pezzo del mio cuore sarà sempre lì. Alla fine ho scelto il Città di Messina”.

Francesco Cardia

Cardia in azione con la maglia dell’Igea Virtus

Cardia sarà l’uomo in più a disposizione di Nello Basile, il giocatore chiamato a fare la differenza nei momenti difficili: “Non mi ha mai allenato ma lo conosco da tanto tempo. Sicuramente è un tecnico preparato ed il suo curriculum parla per lui, con i giovani poi ha sempre ottenuto ottimi risultati. L’obiettivo stagionale? Non si annunciano e non si prefissano, gli obiettivi si costruiscono domenica dopo domenica, partita dopo partita. Questo è ciò che mi porto dietro dall’esperienza con l’Igea Virtus. Non eravamo i favoriti del torneo ma pian piano ci siamo resi conto che il salto era possibile e lo abbiamo raggiunto”.

La rimessa laterale di Cardia (Igea)

La rimessa laterale di Cardia (Igea)

Una scelta di vita che ha portato  Cardia a rifiutare altre importanti piazze: “Ho avuto numerose offerte sia dall’Eccellenza che anche dalla Serie D, ma alla fine ha prevalso l’idea di fare una scelta anche extracalcistica. Sinceramente ritengo che se non avessi accettato il Città di Messina sarei comunque rimasto all’Igea. Non mi sento più importante dei miei compagni, a vincere non è mai il singolo. Mister Basile è bravo creare dei gruppi affiatati e qui c’è tutto per poter essere protagonisti. Questo sarà un campionato duro, difficilmente si vedranno delle squadre materasso e dovremo dimostrare di essere i migliori sempre e solo sul campo”.  Cardia è chiamato a portare anche la mentalità vincente in un gruppo che mira a recitare da protagonista: “Quando vinci hai sempre una grande autostima e la devi trasmettere ai tuoi compagni. Ora, però, devo dimostrare che la società ha fatto bene a puntare su di me”.  

Commenta su Facebook

commenti