Il Città di Messina batte il Ragusa e si laurea campione d’inverno

Città di MessinaL'undici titolare del Città di Messina (foto Omar Menolascina)

Grazie a 19 punti raccolti sui 21 disponibili nelle ultime sette gare (con il solo pareggio sul campo dello Scordia), il Città di Messina si conferma insuperabile al Garden Sport (sette vittorie in otto gare) e può chiudere il 2017 con il titolo simbolico di campione d’inverno. Per la quarta gara consecutiva i peloritani hanno mantenuto la rete inviolata e si confermano migliore difesa migliore del torneo con appena sei gol al passivo. Il primo posto è il miglior premio per società, staff, un gruppo coeso e affiatato, e mister Furnari, nuovamente sotto le luci dei riflettori dopo la vittoria dell’ultimo torneo di Promozione.

Città di Messina

Una fase di gioco del match disputato a Mili (foto Omar Menolascina)

Nel consueto ventoso pomeriggio di Mili marina, un Ragusa con appena quattro elementi in panchina ha tenuto coraggiosamente il campo nonostante l’immediato vantaggio di Rasà (capocannoniere giallorosso con 7 gol all’attivo) e solo grazie all’ennesima ottima prestazione di Paterniti non ha centrato il pareggio. Il Città ha sprecato tanto, fallendo il secondo penalty consecutivo, stavolta con Lo Giudice, ed un’altra manciata di occasioni che avrebbero messo in ghiaccio la partita molto prima del triplice fischio. Saranno comunque delle serene festività natalizie per i peloritani, che al rientro affronteranno il fanalino di coda Real Aci.

La Cronaca. Le assenze pesano, soprattutto nel reparto arretrato dove Bombara e Salvatore Leo danno forfait ma il tecnico non snatura il 3-5-2, marchio di fabbrica stagionale, inserendo Porcino e confermando Fragapane dopo la solida prestazione contro il S.Agata. Occasione sulla linea mediana per Ginagò e prima da titolare per Damiano Lo Giudice. Ritmi lenti in apertura, dove il pallino del gioco è in mano ai locali che dopo 5 minuti si affacciano in zona Di Martino con il tiro-cross di Cardia che si perde sul fondo. Tre minuti più tardi il destro di Calcagno costringe l’estremo difensore del Ragusa al corner. Lo stesso ex Taormina trova sul primo la spizzata di Cardia, che sul secondo palo favorisce la conclusione con il destro di Costa: Di Martino ribatte in qualche modo e Rasà da due passi insacca facilmente. Sembrerebbe l’inizio di una gara tutta in discesa, ma i giallorossi hanno vinto quasi sempre di misura. Al 14′ è Lo Giudice a provarci col destro, mandando però a lato. Raciti al 18′ perde La Vaccara per infortunio e deve schierare sul rettangolo verde il classe 2000 La Carrubba. E’ il 28′ quando il Ragusa trova la prima occasione della propria partita. Calcio d’angolo dalla sinistra respinto corto dalla difesa del Città, al limite dell’area Manfrè conclude col destro e sfiora il palo. Paterniti comunque sembrava in traiettoria.

Città di Messina

L’ingresso in campo delle due squadre (foto Omar Menolascina)

Ad inizio ripresa Costa protesta un po’ troppo per un fallo sulla trequarti ragusana e viene ammonito. Era diffidato, salterà il Real Aci. Al 53′ Cardia recupera palla e lancia Lo Giudice sulla destra, l’ex Pistunina vince il contrasto con l’avversario, entra in area ma sul più bello invece di mettere in mezzo, preferisce concludere malamente sul fondo. Passano 60” e il Ragusa va vicinissimo al pari. Cross dalla sinistra di Russo, girata aerea di Zangara e miracolo di Paterniti. Città che sfiora il raddoppio al 57′, quando Costa e Cardia confezionano l’ennesimo recupero a centrocampo, il capitano serve Lo Giudice che incrocia col mancino trovando il palo. A 15′ dalla fine Silvestri lancia con un colpo di testa Cardia che di prima intenzione serve La Corte, l’ex Torregrotta viene abbattuto in area di rigore dall’uscita di Di Martino: penalty e Ragusa in dieci. Sul dischetto ci va Lo Giudice, voglioso di bissare la rete all’esordio contro il Sant’Agata ma il neo-entrato Cilmi para. A 5′ dalla fine esordio con il Città di Messina per Pasquale Princi, abile a sfruttare l’unica occasione concessagli dagli sforzi di La Corte a pochi secondi dal triplice fischio, non concretizzata.

Rasà

Il gol partita di Rasà, al settimo centro in stagione

Il tabellino. Città di Messina-Città di Ragusa 1-0 
Marcatore: 9′ pt Rasà.
Città di Messina: Paterniti, Silvestri, Ginagò, Porcino, Filistad, Fragapane, Costa, Calcagno (36′ st Quintoni), Rasà (24′ st La Corte), Lo Giudice (44′ st Princi), Cardia. A disposizione: Maisano, Di Stefano, Leo, Alessandro. Allenatore: Furnari.
Città di Ragusa: Di Martino, La Vaccara (22′ pt La Carrubba, 33′ st Cilmi), Russo, Marchese, Caruso, Criscone, Bonolo, Baki, Manfrè, Zangara, Ascia. A disposizione: Priola, Appiano. Allenatore: F. Raciti.
Arbitro: Gulisano di Acireale. Assistenti: Urzì e Breci di Siracusa.
Note – Ammoniti: Costa (CdM), La Corte (CdM), La Vaccara (R). Espulso: al 32′ st Di Martino (R).

The following two tabs change content below.
Redazione Messina Sportiva

Redazione Messina Sportiva

Commenta su Facebook

commenti