Città, Furnari: “Abbiamo fatto un passo indietro. E’ mancata la giusta cattiveria”

FurnariIl tecnico del Città di Messina Giuseppe Furnari (foto Familiari)

Reduce da quattro vittorie ed un pari il Città di Messina frena a Castrovillari, cedendo per 3-0 nell’ultima gara dell’anno. Il tecnico Giuseppe Furnari sottolinea i tanti aspetti negativi del match perso in Calabria: “Non eravamo la squadra che ha giocato nelle ultime sette o otto partite. E’ mancata la giusta cattiveria, eravamo molli, arrivavamo sempre secondi sul pallone, abbiamo sempre perso i duelli uno contro uno. Nel primo tempo siamo stati comunque ordinati e abbiamo rischiato poco o nulla, peccato aver subito gol su quella ripartenza alla fine. Nel secondo ho cambiato qualcosa, non ero soddisfatto della squadra, ma abbiamo subito il 2-0 e a quel punto siamo praticamente usciti dal campo, perdendo la fiducia. Il passivo poteva essere anche più pesante. Dobbiamo invece lottare fino alla fine, a prescindere dal risultato”. 

Giuseppe Furnari

Giuseppe Furnari, allenatore del Città di Messina

“Dopo un periodo di assestamento nella categoria – ha aggiunto Furnari in sala stampa, facendo un bilancio del girone d’andata – abbiamo fatto bene. Abbiamo dei giovani validi che hanno pagato lo scotto del passaggio dall’Eccellenza alla Serie D. Oggi, però, abbiamo compiuto un passo indietro e può essere preoccupante. La classifica è corta, la zona playout dista soltanto un punto. Serve continuità, insieme a voglia e determinazione per portare a casa i risultati”.

Il mercato? Ecco dove interverrà il Città di Messina: “Ne abbiamo già parlato con la società, stiamo ultimando le valutazioni su alcuni giocatori. Faremo sicuramente qualcosa in avanti e poi vedremo se è possibile operare degli innesti anche in difesa e prendere un portiere under”. 

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti