Catalano punta a ripartire: “Cerco una società seria e aspetto il momento giusto”

Per Gaetano Catalano è un’estate insolita. Il tecnico della trionfale promozione del Messina tra i professionisti, colta nel maggio 2012, è infatti in attesa di ripartire dopo la chiusura dell’esperienza sulla panchina giallorossa, avvenuta nello scorso dicembre. “E’ la prima volta in carriera che mi succede di rimanere fermo nella fase pre-campionato. In questo periodo ho avuto delle proposte, ma non c’è ancora nulla di ufficiale. Intanto studio, mi aggiorno e penso a come inizierei il lavoro. Per noi allenatori  – prosegue Catalano – è importante essere sempre preparati e farsi trovare pronti. Sono abbastanza sereno, cerco una società con programmi seri che mi consenta di svolgere la mia professione nella maniera migliore”.

L'ex tecnico del Messina, Gaetano Catalano

L’ex tecnico del Messina, Gaetano Catalano

La riforma della Lega Pro, il cui format prevede adesso 60 squadre al via ed un livello di competitività dunque maggiore, ha però inevitabilmente ridotto gli spazi a disposizione per allenatori e giocatori. “Da un lato è certamente stimolante, perché in Lega Pro ci sono delle società sane, però essendo stata azzerata una intera categoria vari club sono scomparsi e tanti allenatori e giocatori rimarranno di conseguenza inattivi. La crisi del calcio è lampante e questi aspetti mettono in difficoltà un pò tutti”.

L’avventura sulla panchina del Messina, che ha fatto seguito alla felice esperienza di Milazzo, resta per Catalano indimenticabile, al di là dell’epilogo un po’ amaro. “Dopo la promozione raggiunta al primo anno nel torneo di Serie D, purtroppo in Seconda Divisione non è andata come speravo. Sono stati commessi tanti errori da parte di tutti, però quell’esperienza può servirmi molto in ottica futura. Adesso vado avanti per la mia strada, so che nel calcio sono situazioni che possono capitare a chiunque e cerco di svolgere il mio lavoro nel migliore dei modi”.

Gaetano Catalano portato in trionfo

Gaetano Catalano portato in trionfo

Sul mercato del Messina e le prospettive della sua ex squadra per la prossima stagione in C unica afferma: “Alcuni dei nuovi acquisti li conosco di fama, altri meno, ma c’è una dirigenza molto competente e sono certo che alla fine il direttore Lo Monaco riuscirà a costruire un’ottima squadra, come merita la piazza. Il Messina disputerà un altro campionato importante”.

Ironia della sorte è in attesa di una nuova chiamata anche l’amico e collega Pasquale Rando, grande protagonista alla guida del Città di Messina nel 2012-13, la stagione del salto di categoria centrato da Catalano con l’ACR. “Nel calcio si vivono degli alti e bassi. Può capitare di conquistare un traguardo importante e poi che la stagione successiva non vada bene. Dispiace che Pasquale sia fermo e ciò fa ovviamente riflettere. Il calcio sta vivendo una fase di grave difficoltà, ma siamo qui ad aspettare il momento giusto, che ritengo arriverà presto anche per noi”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com