Catalano: “A Sant’Agata premiato il nostro lavoro. L’Acr? Sarà difficilissima”

DamaDama opera un traversone

Il successo conquistato dal Paternò a Sant’Agata vale doppio in ottica permanenza. Ovvia la soddisfazione del tecnico Gaetano Catalano: “Faccio i complimenti ai ragazzi perché eravamo reduci da un periodo complicato. Abbiamo rischiato in qualche occasione, sono stati determinanti gli episodi. Venire a giocare al “Fresina” con questo atteggiamento non era facile. Non abbiamo potuto lavorare serenamente perché siamo pochi anche a livello numerico”.

Paternò

Il tecnico del Paternò Gaetano Catalano in sala stampa

Dopo il ko interno con il Troina, il match con la formazione guidata da Giampà rappresentava un vero e proprio spareggio: Conoscevamo le qualità del Sant’Agata, hanno avuto una buona occasione nella prima parte della gara. Poi abbiamo trovato il gol e gestito bene la restante parte dell’incontro. Queste sono gare equilibrate e molto sentite. Alla fine il pareggio poteva essere giusto, ma per noi era importante uscire da un momento molto difficile. Il risultato credo sia meritato per il morale e per il lavoro che con lo staff abbiamo svolto nell’ultimo periodo”.

Le ultima novità arrivate dal mercato hanno ampliato un po’ le alternative di una rosa che in precedenza era stata depotenziata: “I nuovi sono appena arrivati e sembrano già essersi integrati, ci hanno dato voglia ed entusiasmo che servivano per uscire dalle difficoltà recenti. Per questo nell’undici di partenza ho preferito effettuare qualche cambio. Finalmente ho valide soluzioni anche in panchina. Adesso abbiamo una partita difficilissima contro la capolista Acr e la prepareremo al meglio in pochi giorni. Spero che la nostra fase offensiva migliori anche grazie a questi innesti”. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva