Casa Sanremo, migliaia di visitatori alla mostra fotografica sulla provincia di Messina

Da sinistra Cristina di Siero, Giuseppe Contarini, Vincenzo Russolillo e Ketty Ragno
Il pannello fotografico di Montagnareale, a casa Sanremo

Il pannello fotografico di Montagnareale, a casa Sanremo

Migliaia i visitatori, fra turisti, giornalisti e addetti festivalieri che in questi giorni stanno apprezzando alcuni dei borghi più belli della provincia di Messina nella mostra fotografica allestita a Casa Sanremo Clarins e dedicata in particolare alla zona nebroidea con i Comuni di Montagnareale, Monforte San Giorgio, Capri Leone, San Marco D’Alunzio, San Salvatore di Fitalia, partner della II edizione del progetto “Saremo a Sanremo”. Una vetrina promozionale privilegiata in occasione del grande evento festivaliero capace di portare nella cittadina ligure in una settimana circa 1300 fra tv, radio e colleghi di carta stampata e oltre 40mila persone, che nelle giornate di domani e sabato assaggeranno prodotti tipici del nostro territorio. Dall’agroalimentare all’enogastronomia, Giuseppe Contarini, coordinatore per la Sicilia del Gruppo Eventi, e Fabrizio Scaramuzza, presidente dell’associazione NonSoloCibus, in collaborazione con la fondazione ITS Albatros, presieduta da Elvira d’Orazio, coordineranno uno staff di cuochi, allievi e operatori commerciali per far conoscere il meglio della produzione locale, specialmente pidoni e arancini di Tommaso Cannata della Boutique del Pane, alcune eccellenze dell’associazione “Strade dei sapori dei Nebrodi” (caserecce con pesto di pistacchio siciliano e guanciale di suino nero dei Nebrodi, spaccatelle pesto di mandorla siciliana, pachino semi secchi e basilico, bruschetta di pane nero di Castelvetrano con lardo di suino nero dei Nebrodi), formaggi (canestrato, ricotta infornata, maiorchino, provole dei Nebrodi), salumi (salame S’Angelo Igp, salsiccia, lardo, coppa e guanciale) e vini oltre alle doc messinesi Faro, Mamertino e Malvasia; “dulcis in fundo” la pasticceria Freni con n’zuddi, piparelli, pignolata, pasta reale, pasta di mandorle e nocciola e sesamini.

La cantante Ketty Ragno mentre si esibisce a Casa Sanremo

La cantante Ketty Ragno mentre si esibisce a Casa Sanremo

Particolarmente soddisfatti i sindaci dei paesi coinvolti: Giuseppe Cannistrà di Monforte San Giorgio, Bernardette Grasso di Capri Leone, Giuseppe Pizzolante di San Salvatore di Fitalia, Amedeo Basilio Arcodia di San Marco d’Alunzio, Anna Sidoti di Montagnareale e Rosanna Fichera di Sant’Alessio Siculo, che nei prossimi giorni verranno a Casa Sanremo per rafforzare e rendere ancora più prestigiosa l’esposizione dei pannelli curati da Maurizio La Malfa della Lem.

Da sinistra Cristina di Siero, Giuseppe Contarini, Vincenzo Russolillo e Ketty Ragno

Da sinistra Cristina di Siero, Giuseppe Contarini, Vincenzo Russolillo e Ketty Ragno

Santa Marina Salina, comune guidato dal sindaco Massimo Lo Schiavo e dall’assessore al turismo Linda Sidoti, col fascino dei paesaggi noti soprattutto per il film “Il Postino” e le suggestive location è protagonista indiscussa dello spazio, all’interno del salotto di Casa Sanremo Clarins, curato dall’associazione Prima Sicilia, di cui sono presidente e vicepresidente Massimiliano Cavaleri e Patrizia Casale, promotori dell’evento insieme col segretario Francesco Cappello. Testimonial del progetto la modella Cristina Di Siero, originaria di Villafranca Tirrena, e vincitrice del titolo Miss MareFestival Salina Tradimalt, azienda d’eccellenza per l’edilizia, fra i sostenitori privati della delegazione messinese. Intervistata da alcune tv e radio rappresenta con gli abiti di Eden Creations e i gioielli di Cristall, la più bella immagine di Messina e del suo territorio; nello stand alcuni dei ragazzi di Mare Festival Eleonora Curreri, Alberto Bruno e Pierpaolo Ruello, il Club Halgoduria di Giorgio e Maria Giuffrè e Caterina Giuffè, che ha ospitato la kermesse estiva con guest star Maria Grazia Cucinotta, e l’Hotel Orsa Maggiore di Vulcano.

Ad arricchire l’atmosfera siciliana il mini concerto della cantante messinese Ketty Ragno, vincitrice del concorso canoro eoliano, e impegnata nell’interpretazione di successi della storia del Festival fra cui “Come saprei” di Giorgia. Esibatasi subito dopo Filippo Graziani, fra le nuove proposte di Sanremo 2014, il Palafiori che ospita Radio e Video Italia ha applaudito la performance del suo inedito dal titolo “L’alba, il giorno e la notte” (testo Mario Incudine, arrangiamento Antonio Vasta). A conclusione dello show, la consegna al patron di Casa Sanremo Clarins Vincenzo Russolillo, presidente del Gruppo Eventi, di una targa con la Trinacria, realizzata in argento e cristallo da Claudio Calabrò di Sear Argenti, per l’ospitalità che ogni anno riserva all’iniziativa patrocinata dalla Camera di Commercio di Messina, di cui è commissario Franco De Francesco, e dall’azienda speciale per i servizi alle imprese, di cui è amministratore unico Saro La Rosa.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com