Campionato Italiano: quattro squadre si contendono il primato

L’appassionante racconto dell’ottava edizione del Campionato Italiano di calcio a 5 sta per completare, sul sintetico de “Il Campetto” di viale Gazzi, le pagine riservate alla regular season. Mancano, infatti, soltanto tre giornate per definire le griglie di formazioni che si divideranno in serie A (6) B (8) e C (8).

Il 18° turno ha rispettato, intanto, i pronostici della vigilia con le “prime della classe” che hanno fatto tutte bottino pieno. La Juventus si è imposta di misura sul mai domo Chievo, che ha pensato, nel palpitante secondo tempo del big-match della settimana, di poter fare lo sgambetto alla capolista. Il Messina ha battuto il Milan, confermandosi, così, compagine concreta e tatticamente camaleontica. I cinque gol del capocannoniere del torneo Orazio Stracuzzi hanno trascinato al successo la Ternana nella gara con il Cagliari. Spal e Sampdoria hanno rafforzato rispettivamente la quarta e la sesta posizione superando Bologna e Perugia. Prestazioni da applausi per gli “emiliani” Sebastiano e D’Arrigo, andati insieme ben dieci volte a bersaglio, e per il blucerchiato  Costanzo, che ha griffato un poker di pregevole fattura.

Perentoria affermazione del Napoli caro al duo Crisafulli-Filetti ai danni della Fiorentina, rimasta in partita soltanto 15 minuti. Straripanti le invenzioni dell’azzurro Suria. Sugli scudi pure il Brescia di Peppe Saccà, vittorioso e convincente contro l’Inter. Il Verona del talentuoso Andreacchio ha avuto ragione, nel posticipo di mercoledì sera, della Lazio, interrompendo sul più bello la striscia di risultati positivi degli aquilotti. Brindisi del Genoa al termine dell’incontro con il Carpi, caduto sotto i colpi di Irrera e Lo Presti. In rimonta, l’Atalanta si è assicurata l’intera posta in palio contro il Benevento; ottime le prove fornite dal capitano orobico Di Pietro e dal “campano” Pantò, entrambi autori di quattro realizzazioni. Completa il quadro l’olè dell’Udinese, che ha piegato la resistenza del rimaneggiato Cesena. Domenica si tornerà a giocare alle ore 18, quando si sfideranno Cagliari e Fiorentina. A seguire: Carpi-Milan, Inter-Cesena, Chievo-Atalanta e Spal-Verona.

LE PARTITE 

 

Commenta su Facebook

commenti