Campionato Italiano – Messina, Napoli, Brescia, Milan, Cesena e Fiorentina in testa

Fase di gioco della partita Sampdoria-Spal

La seconda giornata di Serie A, B e Lega Pro del Campionato Italiano di calcio a 5 ha proposto tante conferme e delle sorprese e, nonostante qualche incontro si sia disputato in condizioni meteo difficili, le emozioni ed i colpi di classe hanno riscaldato l’intero ambiente dell’istituto Quasimodo.

SERIE A

E’ terminato in parità il big match Juventus-Ternana. Alla doppietta del talentuoso bianconero Amante, ha risposto quella di Lucà. Prova di forza del Messina caro a Maurizio Pintaudi e Massimiliano Duca, che, mettendo in mostra un gioco spettacolare e nel contempo efficace, ha battuto in modo perentorio il Chievo. La cinquina di reti di Costanzo è valsa alla Sampdoria l’intera preziosa posta con in palio contro la rimaneggiata Spal, rimasta, comunque, in partita fino al triplice fischio. In classifica, soltanto il Messina è a punteggio pieno, seguito, a due lunghezze di distanza, da Juventus e Ternana.

SERIE B

Napoli, Brescia e Milan guidano, invece, appaiati il torneo cadetto. Il Napoli ha travolto il Verona, andando a bersaglio a ripetizione con Lo Surdo e Suria, capocannonieri della categoria con 8 centri a testa. Prova convincente pure del Milan, che non ha concesso repliche al Cagliari. Tatticamente impeccabile la prestazione fornita dal Brescia dello scatenato Burrascano contro il Carpi. Esaltante rimonta del Perugia ai danni del Benevento, che, dopo essersi illuso di aver chiuso i conti, si è visto superare in “volata” dai mai domi Grifoni, presi per mano dall’implacabile Impollomeni.

LEGA PRO

Il favorito Cesena ha concesso il bis, doppiando nel punteggio la grintosa Lazio; migliore marcatore dell’incontro Gravina,  ben sei volte a segno. A quota 6, come i “romagnoli”, vi è la Fiorentina, che ha piegato la resistenza del Bologna, facendo ricorso all’esperienza. Al termine di una girandola di gol, l’Udinese ha superato l’Inter, troppo vulnerabile in difesa. Tra i “friulani”, da sottolineare le pregevoli realizzazioni di D’Amico e Vigneri, mentre non sono bastate ai nerazzurri le invenzioni di Moschella e Famulari per assicurarsi un risultato positivo. Completa il quadro il 7-5 con il quale il Genoa degli ispirati Aiello e Maniaci ha avuto ragione della mai doma Atalanta. “Il Campetto”  di viale Gazzi proporrà, infine, domenica, a partire dalle ore 18, i primi match del terzo turno: Perugia-Carpi (Serie B), Fiorentina-Atalanta (Lega Pro), Inter-Cesena (Lega Pro), Messina-Ternana (ore 12) e Sampdoria-Chievo (ore 22), entrambi attesi confronti della Serie A.

LE PARTITE 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com