Camaro, rullo compressore. Lucà stende la Mediterranea Nizza

La gioia del Camaro

Quinta vittoria consecutiva e margine sulle inseguitrici che aumenta ancora: il Camaro si impone sul campo della Mediterranea Nizza grazie al gol del suo allenatore-giocatore, Michele Lucà, e vola a +10 sulla seconda posizione, occupata ora da Atletico Taormina e Atletico Messina. Nel primo tempo neroverdi abbastanza sottotono e raramente pericolosi anche in superiorità numerica: i padroni di casa infatti restano in dieci al 26′, quando Saccà atterra Buda lanciato a rete. Nella ripresa il Camaro cresce e si avvicina pericolosamente alla porta avversaria in più di una circostanza. Al 22′ anche gli ospiti restano in dieci per l’espulsione di Russo. Il risultato si sblocca solo al 34′ del secondo tempo: il potente destro dalla distanza di Lucà sorprende il portiere avversario e regala i 3 punti che consentono di prendere il largo in graduatoria.

L'ingresso in campo di Med. Nizza-Camaro (foto Isolino)

L’ingresso in campo di Med. Nizza-Camaro (foto Isolino)

LA CRONACA – Camaro privo di Cammaroto, Cappello, Durante e Morgante per il confronto esterno con la Mediterranea Nizza. Nel consueto 4-3-3 in porta rientra Fiorito, in difesa ci sono Grasso, Lauro, Giglio e Bruno, a centrocampo Ricciardo, De Maria e Cardia, in avanti, Russo, Cannuni e Buda.

Il primo sussulto è del Camaro al 3′: cross di Grasso da destra, sponda di Cannuni e battuta a rete di Buda alta di poco. La Mediterranea replica al 6′: Briguglio mette in mezzo, Scarci sotto porta riesce solo a sfiorare. La fase iniziale dell’incontro offre per il resto poche emozioni e le due squadre provano a pungere solo su calcio piazzato: Speranza al 14′ manda il pallone di poco oltre la traversa; più pericoloso De Maria, che al 24′ dal limite impegna severamente il portiere Cisterna, bravo a distendersi in tuffo alla propria sinistra e deviare in corner. La gara vive un momento importante al 26′: Ricciardo lancia Buda, che si invola verso la porta ma viene atterrato da Saccà, per il quale scatta inevitabilmente il “rosso”. Sulla successiva punizione De Maria manda alto. Nonostante la superiorità numerica il Camaro non riesce a rendersi insidioso, anzi sono gli avversari ad andare al tiro per due volte, con Riposo al 32′ e Speranza al 34′, pur senza impensierire Fiorito. Altrettanto velleitarie le successive conclusioni degli ospiti, che si fanno vivi dalle parti di Cisterna con Buda al 35′ e Cannuni al 42′. Si va all’intervallo con il punteggio sullo 0-0.

Una fase del match

Una fase del match

Nella ripresa il Camaro si ripresenta con Li Mura al posto di Grasso. Anche in avvio di secondo tempo la gara stenta a decollare, ma gli ospiti crescono con il passare dei minuti e iniziano a presentarsi con regolarità in area avversaria. Al 10′ Buda, lanciato da Ricciardo, segna ma a gioco fermo per una segnalazione di fuorigioco. Al 12′ ci prova Bruno dalla lunga distanza ma il suo sinistro è fuori misura. Le migliori occasioni arrivano tra il 13′ e il 14′: prima Cardia, innescato da Buda, e poi Cannuni, servito da De Maria, calciano da distanza ravvicinata ma Cisterna si salva in entrambi i casi. Al 19′ ammonito Lauro: era diffidato, dunque per lui scatterà la squalifica. La Mediterranea Nizza si rivede in avanti al 20′: fuori di poco il diagonale di Scarci. Al 21′ secondo cambio nel Camaro: Lucà entra in campo per Ricciardo. Al 22′ si ristabilisce la parità numerica: su una rimessa lunga di Fiorito, Russo si scontra fortuitamente a centrocampo con l’arbitro, che vede probabilmente l’intenzionalità nel gesto del giovane calciatore ospite e lo espelle. Alla mezzora Cannuni reclama per un intervento ai suoi danni in area di rigore ma il direttore di gara non interviene. Il Camaro vuole vincere e al 31′ dentro un altro attaccante, Rifici, per Bruno, un terzino. Al 33′ finisce sul fondo, dopo una deviazione, il tiro dal limite di Buda. Al 34′ arriva il gol che decide la partita: lo firma Lucà con un destro potente dalla lunga distanza su cui Cisterna non riesce ad intervenire. Particolarmente pesante il terzo gol in campionato dell’allenatore-giocatore neroverde. Trovato il vantaggio, il Camaro gestisce il risultato senza alcun affanno e prova anche a sfruttare in contropiede gli spazi che gli avversari a questo punto concedono: la migliore occasione capita al 47′ a Cannuni, che riceve da Buda, supera con un tocco il portiere ma un difensore salva nei pressi della linea. Dopo 5 minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine: 0-1 il risultato. Il Camaro, sempre più capolista del girone E di Prima Categoria, guadagna ulteriore terreno in classifica portandosi addirittura a +10 sulla coppia di seconde composta da Atletico Taormina e Atletico Messina. Sabato prossimo confronto interno con la Desport Gaggi.

Buda in azione

Buda in azione

Mediterranea Nizza – Camaro 0-1
Marcatori: 33′ st Lucà.
Mediterranea Nizza: Cisterna, Annone, Ispoto (39′ st G. Briguglio), Scarci, Speranza, Riposo, Scarcella (12′ st D’Urso), Di Bella, S. Briguglio, Saccà, Lipari (27′ st Pugliatti). In panchina: Capiniti, Pellizzeri, Smedile. Allenatore: Carmelo Campailla.
Camaro: Fiorito, Grasso (1′ st Li Mura), Bruno (31′ st Rifici), De Maria, Giglio, Lauro, Russo, Cardia, Cannuni, Buda, Ricciardo (21′ st Lucà). In panchina: Berikashvili, Mangano, D’Angelo, Morgana. Allenatori: Luigi Cappello – Michele Lucà.
Arbitro: Fortunato Carmelo Papaserio della sezione di Catania.
Ammoniti: 21′ pt Ispoto (MN), 24′ pt Russo (C), 31′ pt Grasso (C), 7′ st Scarcella (MN), 18′ st Speranza (MN), 19′ st Lauro (C).
Espulsi: 26′ pt Saccà (MN), 22′ st Russo (C). Recupero: 1′ pt, 5′ st.

Commenta su Facebook

commenti