Burzigotti: “Non mi aspettavo questa rivoluzione. Il derby con la Reggina speciale”

Lorenzo BurzigottiLorenzo Burzigotti ai nostri microfoni

Una delle certezze del nuovo Messina risponde al nome di Lorenzo Burzigotti, tra i pochi superstiti della vecchia guardia. Lasciare la maglia giallorossa? Il possente difensore giura di non averci mai pensato: “Erano soltanto delle voci, ho sempre affermato di essere stato bene qui. Anzi, ho rinnovato il contratto per altri due anni proprio perché credevo nel progetto del Messina, nella squadra ed in questa piazza”.

Burzigotti

Burzigotti svetta di testa (foto Giovanni Chillemi)

Dal torneo chiuso all’ottavo posto al Messina che sta nascendo, con tanti giovani cui dover fare da chioccia: “Il campionato dell’anno scorso va considerato ottimo. Non dimentichiamo che la squadra venne allestita intorno al 15 settembre ed aver guadagnato in anticipo la salvezza è stato un risultato che non avrebbero pronosticato in tanti. Il progetto ora è diverso, con tanti giovani, ma di qualità. Bisognerà vedere dopo i ripescaggi quali saranno le nostre avversarie e dunque la composizione del girone. Siamo ancora in rodaggio per trovare la giusta quadratura”.

Lorenzo Burzigotti

Lorenzo Burzigotti (foto Carmelo Lenzo)

In merito ai singoli Burzigotti si esprime soffermandosi sui nuovi Fiumara, Paramatti e Filistad: “Fiumara lo conoscevamo dall’anno scorso e come Paramatti è un ragazzo di prospettiva, con qualità. Si stanno allenando bene, devono seguire i consigli del mister ed anche di noi più grandi. Il girone meridionale è sempre quello più tosto. Auguro anche a Filistad di far bene. Fabrizio è passato dall’Eccellenza alla Lega Pro, in tanti devono sognare di poter compiere un simile salto”.

Burzigotti

Lo stacco vincente di Burzigotti a Cosenza

Tanti i volti nuovi nel ritiro di Fiuggi e su questo aspetto il difensore ammette: “Non mi aspettavo questa rivoluzione. Secondo me riconfermando il gruppo si può puntare ad annate importanti. Guardo ad esempio il Sassuolo che ha ottenuto grandi risultati ed è arrivato fino all’Europa League, confermando sempre dei blocchi di giocatori e senza mai stravolgere la squadra. Giocando per tanto tempo insieme si crea un certo feeling”.

Parisi e Burzigotti

Burzigotti in azione con il Messina

Il tempo, però, stringe e domenica sarà già Tim Cup, all’Artemio Franchi contro il Siena: “Dobbiamo essere pronti e tirare fuori il carattere. Il Siena ha già dei giocatori buoni in organico, sta facendo altri acquisti ed allestendo un’ottima squadra. Domenica dovremo dimostrare che questa squadra ha voglia di far bene”.

In vista del prossimo campionato, invece, l’impegno da cerchiare in rosso sul calendario sembra già il doppio derby con la Reggina, sua ex squadra. Per il ripescaggio degli amaranto in Lega Pro, infatti, manca solo l’ufficialità. “Il derby sarà una partita speciale. Abbiamo già vissuto quello con il Catania nella scorsa stagione. Se penso a Messina-Reggina ci sono anche tanti pendolari che si spostano ogni giorno da entrambe le sponde dello Stretto. Ci sarà ovviamente la rivalità per una partita importante, diversa dalle altre, ma è sempre un evento sportivo. I miei trascorsi in amaranto? Il mio cuore adesso batte solo per il Messina”.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com