Burzigotti: “Bello essere in vetta, ma la salvezza prima di tutto”

Burzigotti avanza palla al piede

Se il Messina guarda tutti dall’alto gran parte del merito va attribuito ad una difesa bunker, capace di incassare appena tre reti in otto giornate di campionato. Lorenzo Burzigotti, tra i tasselli del reparto arretrato, spiega: “Chiaramente da difensore quando non si subiscono dei gol capisci che il tuo lavoro è stato fatto bene. Devo però elogiare anche gli attaccanti ed i centrocampisti che si sacrificano tanto per la squadra”.

Burzigotti e Parisi danno indicazioni ai compagni

Burzigotti e Parisi danno indicazioni ai compagni

Il rientro di Alessandro Parisi, schierato per la prima volta titolare contro la Lupa Castelli Romani, ha dirottato in panchina l’ex reggino, segno dell’abbondanza di scelte nel settore difensivo. “Più che un concorrente per un posto è un compagno in più che ci darà una grandissima mano. Alessandro ha qualità enormi, lo abbiamo visto sabato sera”.

In vista del derby con il Catania del 15 novembre Burzigotti pregusta già l’atmosfera, alla luce di quanto offerto sugli spalti nello scorso appuntamento casalingo: “Il pubblico sabato è stato bellissimo, specialmente la curva era davvero piena. All’ingresso in campo hanno acceso tanti fuochi e poi in partita si sono fatti sentire con i loro incitamenti. Spero che per il derby con il Catania possano essere molti di più. Averne 20.000 sarebbe fantastico”.

Padulano, Burzigotti e De Vito ringraziano i tifosi a fine gara

Padulano, Burzigotti e De Vito ringraziano i tifosi a fine gara

La coesione alla base dei successi del Messina capolista. Il gruppo si è cementato in fretta e le vittorie aiutano a lavorare con assoluta serenità. “Si vede la compattezza del gruppo. Questa squadra ha dimostrato sin qui di saper affrontare anche i momenti difficili, vedi la sfida con il Matera. Così le soddisfazioni sono maggiori. Nessuno si aspettava di essere lì in vetta, segno che c’è stato un ottimo lavoro del mister, dello staff e della società. Ci fa piacere essere primi, siamo contentissimi, ma dobbiamo intanto pensare a salvarci, poi se saremo sempre lassù ancora meglio. Il mister sono certo che ci dirà di rimanere coi piedi per terra, anche perchè domenica ci attende una gara importantissima contro una squadra forte come il Foggia“.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti