Bruno riparte dalla Cavese: l’ex messinese resta al fianco di Modica

BrunoBruno imposta l'azione dalle retrovie

Subito dopo l’annuncio dell’accordo con il tecnico Giacomo Modica e il direttore sportivo Giuseppe Pavone, la Cavese si assicura un rinforzo di spessore. Raggiunto infatti l’accordo con il difensore Francesco Bruno, in uscita dal Messina.

Lia, Bruno e Meo

Bruno copre un’uscita di Meo. Lia sullo sfondo (foto Eduardo Fiumara)

Il 28enne originario di Torre del Greco vanta quasi duecento gare disputate in carriera, tutte tra i professionisti con l’esclusione proprio delle 23 collezionate in riva allo Stretto. Bruno ha rifiutato la corte di svariati club di serie D e ha preferito prolungare il binomio con l’allenatore originario di Mazara del Vallo. La Cavese d’altronde è in pole per il ripescaggio in C, che si dovrebbe concretizzare anche se non vi saranno ulteriori esclusioni tra i professionisti.

Tramontata in fretta la possibilità di un prolungamento dell’accordo con il Messina, che dopo la separazione dal tecnico sembra orientato a un totale rinnovamento di staff e rosa, Bruno aveva ricevuto offerte da Taranto, Savoia, Turris e anche dalla Sambenedettese, dove si è accasato invece l’ex direttore sportivo giallorosso Francesco Lamazza. In Campania, sempre alla corte di Modica, potrebbero accasarsi altri due ex Messina, ovvero il centrocampista Andrea Migliorini e l’esterno offensivo Marco Rosafio, sul quale è però forte il pressing di un altro club di serie C, la Reggina.

Commenta su Facebook

commenti