Bruno: “Conta solo vincere. In mister Rando rivedo i concetti di Modica”

Francesco BrunoFrancesco Bruno in azione ad Avellino contro il San Tommaso

Tra gli ultimi innesti in ordine di tempo in casa Acr Messina c’è quello del difensore Francesco Bruno, tornato in riva allo Stretto a due anni di distanza con l’obiettivo di centrare una risalita in classifica simile a quella ottenuta con Giacomo Modica in panchina. Il tecnico originario di Mazara del Vallo ha guidato peraltro il difensore giallorosso sia in riva allo Stretto che l’anno scorso in C a Cava dei Tirreni.

“Dopo pochi giorni posso già dire che il nuovo mister Rando ripropone gli stessi concetti di Modica, che mi ha dato tanto e ringrazio per questo. Adesso tocca a noi metterli in campo, al di là dei moduli, che contano fino ad un certo punto”, ha sottolineato nella conferenza stampa pre-partita.

Messina

I tifosi del Messina nel settore ospiti del “Partenio”

Dopo tre sconfitte, al di là del ricorso relativo al match con l’Acireale, l’Acr è chiamato soltanto a reagire: “Sono abituato per certi versi perché anche due anni fa siamo partiti così. Ci tireremo fuori da questa situazione il prima possibile. Purtroppo nel calcio i primi a pagare sono gli allenatori. C’è tanta voglia di mettersi di nuovo in gioco e mostrare una reazione d’orgoglio”.

L’avversario di turno, il Castrovillari, è reduce da un doppio ko con Savoia e Acireale e sembra rappresentare l’opportunità giusta per svoltare: “L’unica cosa che conta è vincere. Pensiamo soltanto a noi stessi, i primi avversari siamo noi. Sono arrivato qui da poco, ho trovato un gruppo compatto, una famiglia. Manca la scintilla, che deve scattare”.

Commenta su Facebook

commenti