Boyomo: “Il Fc punterà su Kellian e Thomas. Bevis tra Lega Pro e Championship”

Benoit Gille ThomasIl francese Benoit Gille Thomas, nato in Guadalupa (foto Marco Familiari)

L’ex difensore camerunense Landry Merlin Boyomo vanta quasi quindici stagioni in Italia, con apparizioni tra i professionisti, con Novara e Catanzaro. Quasi 300 i gettoni nel nostro Paese, con le brevi sortite all’estero tra Bulgaria e Svizzera. L’anno scorso da procuratore ha traghettato in riva allo Stretto il sorprendente Kilian Bevis, tra le sorprese del torneo, ora destinato ad accasarsi in categorie superiori.

Bevis

Bevis ha firmato sei reti in stagione (foto Giovanni Chillemi)

Boyomo non usa giri di parole: “Ha varie richieste in Italia, in Lega Pro, e Inghilterra, dove c’è addirittura la possibilità di sbarcare in Championship, la loro serie B. Abbiamo avuto un’offerta anche da Malta, ma sinceramente cerchiamo un campionato di prima fascia”. 

Più remota la possibilità di una permanenza a Messina: “Non la scartiamo a priori, ma ha dimostrato di poter giocare ad alti livelli e a 22 anni passa un treno da prendere al volo, con tutto il rispetto per il Fc. Una C potrebbe rappresentare un trampolino di lancio, è normale dargli una preferenza”.

Boyomo, Morello e Rizzieri

Boyomo, l’ex ds Morello e Rizzieri in ritiro in Sila

Prima di esplodere in D, Bevis ha giocato nel Castelvetro, nell’Eccellenza emiliana: “Era appena arrivato in Italia e aveva bisogno di adattarsi. All’ultimo momento è sfumata la firma in D con il Chieri. Da lì la scelta di scendere in Eccellenza, dove è rimasto anche nel mercato invernale. Lo ha aiutato tanto: ha imparato la lingua e la categoria contava poco”.

I due 2002 che hanno già frequentato lo spogliatoio del Fc dovrebbero invece ripartire dalla Sicilia. È il caso dell’attaccante Kana Aguiedia Ali Kellian, che ha un nome così lungo “per omaggiare il pugile Muhammad Ali, di cui il padre era un grande fan”. Non è tesserabile fino al compimento dei 18 anni d’età e per questo è rimasto ai margini del gruppo, pur essendosi aggregato fin dal ritiro in Sila.

Boyomo e Kellian

Un selfie in aeroporto per il procuratore Boyomo e Kilian Bevis

“È un giocatore di grandissima prospettiva e per la sua età è più maturo di Bevis, anche se ovviamente deve ancora crescere. È originario del Camerun ma è nato in Francia e quindi è comunitario. Vive a Metz, ma la sua famiglia lavora in Lussemburgo. Abbiamo ricevuto offerte da alcune formazioni “Primavera” ma vorremmo lanciarlo subito tra i grandi, in un campionato importante come la D, a Messina, dove si è già integrato”, assicura il suo procuratore.

Possibile anche il rinnovo del centrocampista Gille Benoit Thomas, tesserato nel finale di stagione come l’argentino Gnicewicz e l’altro francese Guzman: “È una mezzala, che può fare bene. È nato in Guadalupa e ha passaporto francese. Lavoro soltanto con i giovani, che rappresentano il futuro di un club e con giocatori maturi attorno possono crescere. In Italia giocano troppi over perché si vuole vincere subito. Ma è un’arma a doppio taglio: dobbiamo cambiare testa. Si punta poco sui giovani e poi ci lamentiamo dei vivai. Gli under non vanno messi da parte se sbagliano, perché soltanto così imparano davvero”. 

Boyomo e Rigoni

Boyomo con l’ex centrocampista del Novara Marco Rigoni

Dopo Kellian e Thomas, Boyomo potrebbe traghettare a Messina altri giovani: “Conosco il direttore Marco Ferrante, già dagli anni in cui giocavo a Novara, e il presidente Rocco Arena. Per cui non escludo altre operazioni in futuro”.

The following two tabs change content below.
Francesco Straface

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva