Botta e risposta NCB-Bk Barcellona. In piedi l’ipotesi Reggio Calabria

Aurelio Coppolino conferenza NCB

Giornata convulsa e caratterizzata da dure polemiche a distanza intercorse tra le due maggiori espressioni del movimento cestistico barcellonese. Di seguito pubblichiamo integralmente il comunicato emesso dalla Nuova Cestistica Barcellona:

La Nuova Cestistica Barcellona S.S.D. a R.L. già Viola di Reggio Calabria ha comunicato di non avere ricevuto dalla FIP le motivazioni inerenti al negato nullaosta al trasferimento di sede di venerdì 13 all’interno del Consiglio Federale (nessuna risposta neanche alla seconda richiesta formale di motivazione inviata via mail, ndc).

Essendo le motivazioni essenziali per la validità stessa della decisione assunta, oltreché unica possibilità di ricorso da presentare entro 24h dalla ricezione delle stesse, NCB esorta la FIP a procedere con quanto previsto da legge.

Parimenti, NCB informa la cittadinanza di avere chiesto nelle scorse ore impegno diretto del Sindaco, Sottosegretario On. Villarosa, On. Bucolo, On. Galluzzo, On. Calderone ed On. Catalfamo affinché tutelino gli interessi di Barcellona Pozzo di Gotto nei confronti di FIP e di Basket Barcellona che decidendo in maniera irresponsabile di non pagare 780,00 € (e non poteva farlo altro che lei) ha – ad oggi – decretato la fine del basket nella nostra città.

Basket Barcellona

Venanzio D’Alessio (Basket Barcellona)

Si rende noto infine che l’Amministratore Unico ha ricevuto esplicita richiesta, confutabile, da parte del Sig. Venanzio D’Alessio (ex dirigente Basket Barcellona) di pagare i debiti verso gli ex tesserati FIP del Basket Barcellona, opzione ovviamente rispedita al mittente avendo in data 03/07/2018 proposto a Bonina e Donato di rilevare la loro società a fronte di offerta di € 300.000,00 a fronte di loro impegno a ripianare i debiti restanti. Dopo tale proposta da loro respinta, il dr. Coppolino ha rilevato quote Viola di Reggio Calabria in data 04/07/2018. Si preannunciano azioni legali contro i Sig. D’Alessio, Bonina e “Donato. Non saranno le sole.

A seguire la stizzita replica emessa dal Basket Barcellona che si dichiara parte terza estranea alla vicenda inerente lo spostamento di sede del titolo sportivo della Viola Reggio Calabria, acquisito dalla NCB e che preannuncia di essere pronta a tutelare la propria immagine in sede legale:

“In merito alle ultime dichiarazioni da parte della Nuova Cestistica Barcellona e alle notizie divulgate negli ultimi giorni, Basket Barcellona ritiene opportuno fare chiarezza circa la propria posizione.

Barcellona

Logo Basket Barcellona

Lo stato di morosità di cui si parla è stato appreso dalla Nostra Società soltanto lo scorso 13 luglio. Nessuno, infatti, si era preso la briga di notificare il debito di 780 euro al centro della questione. Dello stesso, piaccia o no, siamo venuti a conoscenza in concomitanza del Consiglio Federale di venerdì scorso. Riteniamo tuttavia che comunque la somma, oggettivamente irrisoria, sia facilmente agganciabile a fidejussione, come successo in altre circostanze.
Riteniamo, inoltre, di essere soggetto terzo rispetto a tutta la vicenda tra Fip e Viola Reggio Calabria/Nuova Cestistica. Nessuno, infatti, ci ha chiesto alcuna informazione sul nostro stato patrimoniale, nessuno ci ha compulsato. Ci ritroviamo oggi a essere additati come i responsabili che stanno creando ostruzione a un progetto ambizioso. Così non è!

Diffidiamo, in ultimo, chiunque dal pubblicare documenti di natura privata (come invece già successo), pena l’eventuale ricorso a vie legali per tutelare l’immagine e il buon nome del Basket Barcellona. Dal momento che, con insistenza, sentiamo e leggiamo di possibili azioni legali che saranno intraprese nei nostri confronti, informiamo che è nostra intenzione agire allo stesso modo. A tal proposito, la Società ha già dato mandato al proprio legale di fiducia di valutare eventuali danni d’immagine rispetto al materiale acquisito nei commenti della pagina ufficiale Facebook “Basket Barcellona” e, in genere, su altre pagine e gruppi dello stesso social network”.

Barcellona

Il pubblico del PalAlberti in attesa della definizione della vicenda (foto Caracciolo)

Infine tocca alla newsletter Spicchi d’Arancia lanciare una indiscrezione significativa sulla vicenda dello spostamento di sede del titolo sportivo sottolineando come resta in sospeso la situazione della Nuova Cestistica Barcellona Pozzo di Gotto dopo il no della FIP al trasferimento di sede da Reggio Calabria. Tra le ipotesi al vaglio c’è anche quella di proporre un nuovo spostamento a Messina, che in qualità di capoluogo di provincia non rientrerebbe nella fattispecie legata a un precedente stato di morosità della Cestistica Barcellona, valutando poi il trasferimento provvisorio di attività per giocare a Barcellona grazie ai soli 30 chilometri di distanza dalla nuova sede. Ovviamente lo stallo attuale ha congelato le varie operazioni di mercato, compresa quella legata ad Alessandro Paesano (MVP) sul quale Bergamo aveva passato la mano e che avrebbe già in mano il contratto con la nuova realtà biancoverde. In attesa di sviluppi c’è soltanto la Valdiceppo Perugia, seconda riserva dietro al Leoncino Mestre: qualora la società regolarmente iscritta alla serie B con la denominazione Viola Reggio Calabria non trovasse un campo di gioco e decidesse di ritirarsi, i veneti non accetterebbero il posto del girone D al contrario degli umbri.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com