Bogliasco vince 7-6 alla “Cappuccini”, la WP Messina contesta la direzione arbitrale

PallanuotoSotireli, protagonista del match con Bogliasco (foto Vincenzo Nicita Mauro)

La Waterpolo Messina cede in casa di misura, 7-6, davanti al più quotato Bogliasco, al termine di una partita ricca di colpi di scena e di errori arbitrali che, alla distanza, hanno penalizzato la formazione giallorossa.  Dopo due tempi quasi perfetti, la squadra peloritana va all’intervallo lungo sopra di tre reti ma non basta per ottenere il primo successo in campionato. A fare il resto la reazione del Bogliasco, oggi in giornata no e vincente solo ad una manciata di secondi dalla conclusione, e le valutazioni soprattutto di uno dei due fischietti odierni, l’ineffabile, permaloso e inesperto Francesco Romolini di Sesto Fiorentino, le cui valutazioni, spesso e volentieri, hanno lasciato a desiderare e capace di cacciare prima il presidente di casa Felice Genovese e, successivamente, allenatore e team manager, rei di non digerire le sue cervellotiche decisioni, una delle quali il fallo inesistente fischiato alla cinese Zhao nel secondo tempo, errore documentato con chiarezza dalle immagini. Alla luce di quanto accaduto sarebbe interessante sapere come mai non sia stato designato un giudice arbitro così come avvenuto per la scorsa partita con il Rapallo, forse perché la sfida non era ritenuta alla pari ? A pensare male si fa peccato ma spesso ci si azzecca.

Pallanuoto

La cinese Zhao (foto Vincenzo Nicita Mauro)

CRONACA – La partenza del Bogliasco è positiva grazie alla reti di Millo, Casey e dell’ex Rambaldi. La Waterpolo Messina sembra la vittima sacrificale, ma ha una reazione da grande squadra. Il capitano Federica Radicchi la prende per mano e la conduce fino al 3-3. Poi D’Amico e due volte la cinese Zhao portano le giallorosse avanti di tre. Il più sembra fatto anche perché Bogliasco perde per tre falli la Zimmerman e la Waterpolo Messina prova a gestire il risultato tenendo in considerazione la sua panchina corta. Bogliasco segna con Rogondino in superiorità ma non riesce a sfondare quasi mai il muro difensivo giallorosso tenuto alla grande dal portiere Sotireli, una delle migliori. La Waterpolo Messina non riesce più andare dall’altra parte del campo perché i fischi arbitrali penalizzano, a un certo punto, solo le giocate delle messinesi. Ne fa le spese la De Vincentiis espulsa definitivamente per un fallo sfuggito ai più. Ad inizio del quarto tempo, Boero insacca il rigore 6-5. La Waterpolo Messina perde per proteste l’allenatore Misiti a metà del quarto tempo. E, dopo il pari di Maggi in superiorità, arriva il rosso anche per la team manager Valentina Sabatini. Il Bogliasco approfitta del momento e trova la rete del successo con Casey a 12 secondi dalla conclusione. Per la Waterpolo Messina una vera e propria beffa ma se continuerà su questa strada potrà togliersi qualche soddisfazione. Romolini permettendo.

Pallanuoto

Time out WP Messina (foto Vincenzo Nicita Mauro)

COMMENTO – Severo e senza peli sulla lingua il commento del presidente Felice Genovese: “Sappiamo di avere dei limiti ma se siamo destinati alla retrocessione ce lo dicano subito e ci mettiamo il cuore in pace. Oggi, dopo tanti anni di presidenza, mi sono sentito preso in giro. E non è una bella sensazione. In più è difficile da digerire la designazione di un arbitro proveniente dal bacino di una nostra concorrente alla salvezza”. Più soft, ma sempre duro, l’allenatore Francesco Misiti: “Avevamo fatto una partita secondo le nostre possibilità, giocando con grande attenzione. Poi è cambiato tutto, compreso il metro di giudizio arbitrale. Sembra un bollettino di guerra ma le nostre sono state proteste legittime e civili su valutazioni che non condividiamo”.

TABELLINO – WP MESSINA-BOGLIASCO 6-7 (2-3,4-0,0-1,0-3)

Wp Messina  : Sotireli, De Vincentiis, Bonanno, Amedeo, Brown, Radicchi 3, D’Amico 1, Rella, Zhao 2, Misiti, Antigue. All. Misiti.

Bogliasco Bene: Malara, Viacava, Zimmerman, Dufour, Trucco, Millo 1, Maggi 1, Rogondino 1, Boero 1 (1 rig.), Rambaldi 1, Cocchiere, Casey 2. All. Sinatra.

Arbitri: Centineo e Romolini.

Superiorità numeriche: Messina 5/9, Bogliasco 4/11 + un rigore.
Note: espulso per proteste l’allenatore della Waterpolo Messina Misiti nel terzo tempo. Uscita per limite di falli Zimmerman (Bogliasco) nel secondo tempo e De Vincentiis (Waterpolo Messina) nel terzo tempo, Rella nel quarto tempo

Questi i risultati  della terza giornata :Plebiscito  Padova- Sis Roma 8-7, Rapallo- Florentia 13-4, Ekipe Orizzonte Catania- Cosenza 15-10.  Riposa Milano

Classifica A/1 Femminile: Bogliasco 7,  Ekipe Orizzonte Ct, Padova,  Rapallo, Milano 6,  Sis Roma 4,  Waterpolo Messina, Florentia e Cosenza 0

Commenta su Facebook

commenti