Bjelanovic: “Non sono ancora al top. Il Messina è una big per blasone e tifo”

Sasa Bjelanovic nel corso di un allenamento a Camigliatello Silano (foto Giovanni Isolino)

Sasa Bjelanovic nel corso di un allenamento a Camigliatello Silano (foto Giovanni Isolino)

Prima uscita ufficiale davanti ai microfoni dei giornalisti messinesi per l’attaccante Sasa Bjelanovic, principale colpo del mercato giallorosso. La punta ex Varese non ha nascosto le difficoltà di un gruppo voglioso comunque di mostrare consistenti progressi rispetto alla prima uscita in Coppa Italia a Pontedera: “Stiamo lavorando bene da circa un mese, sarà un bel test per capire qual è la nostra condizione. La squadra è ancora in costruzione, sia come organico che sotto il profilo del gioco. Siamo alla prima di campionato, dobbiamo essere pronti per Barletta e cercare di fare risultato”.

Per la punta pesa l’infortunio accusato nel corso delle fasi iniziali del ritiro estivo di Camigliatello in Sila: “Sono a disposizione del mister, sarà lui come sempre a decidere sul mio impiego. Sono un po’ indietro rispetto a miei compagni, avendo saltato circa venti giorni di ritiro, devo trovare la condizione ed il ritmo partita. Servirà qualche settimana per arrivare al top, ma gli infortuni fanno parte del gioco”. L’impressione è peraltro che in virtù della squalifica di Corona il croato possa partire addirittura titolare, nonostante una condizione non ancora ottimale.

L'attaccante croato in gruppo con i compagni in una seduta al San Filippo

L’attaccante croato in gruppo con i compagni in una seduta al San Filippo

Sulla convivenza con “Re Giorgio” l’ex bomber del Lecce preferisce non esprimersi e se la cava con diplomazia: “L’età media e gli aspetti tecnici sono di competenza dell’allenatore. Lavoriamo tutti rispettando le sue scelte, non ci sarà nessun problema, vogliamo dare il 100% per fare il bene del Messina”.

Da Bjelanovic arriva comunque una promozione per i due talenti emergenti dell’attacco peloritano:Bonanno e Paez sono due giovani di prospettiva. Tommaso ha tanta voglia di fare, gli faccio i complimenti per quanto ha mostrato fino adesso. Anche Gustavo ha qualità, lo ha frenato un infortunio, ma per fortuna è arrivato il transfer”.

Sasa Bjelanovic ai nostri microfoni

Sasa Bjelanovic ai nostri microfoni

Sasa non dà particolare peso neppure alle graduatorie che non vedono il Messina tra le principali favorite al salto di categoria: “I nomi non fanno la differenza, sarà un torneo equilibrato, senza una squadra su tutte le altre. Per me è un campionato nuovo, nel quale non ho mai militato, ma ritengo che sarà simile alla Serie B e fino alla fine non si saprà chi verrà promosso”.

I giallorossi sono tenuti ad onorare al meglio un grande passato, cullando il sogno della terza promozione consecutiva dopo i trionfi dell’ultimo biennio: “Siamo una neopromossa, ma anche una squadra con grande blasone. Gli avversari saranno dunque molti motivati ad affrontarci. Il Messina è un lusso per la Serie C per la tradizione e la piazza. Tutte cercheranno di metterci in difficoltà, ma siamo pronti anche a questo”.

Commenta su Facebook

commenti