Il Biancavilla si salva direttamente col gol di Meta. Per il Milazzo nei playoff c’è l’Acireale

Biancavilla-Milazzo

All’ultimo atto della regular season il Biancavilla mette a segno il match ball per la salvezza diretta. La formazione etnea spedisce infatti  il Milazzo al “Tupparello” di Acireale per il primo turno dei playoff, evitando a sua volta gli spareggi per non retrocedere. Coi rossoblù in parziale turnover, in guardia dalla trappola delle diffide su ben sei uomini,  al “Raiti” decide il gol messo a segno da Elton Meta, in una gara tesa fino alla prima metà del secondo tempo in cui è la voglia di salvezza dei padroni di casa a fare la differenza.

Si gioca comunque pochissimo nei primi istanti della gara, col confronto che grava tutto sul gioco aereo a centrocampo.  Al 12’ Petrullo guadagna allora un calcio d’angolo, su cui si accende una mischia che premia Sangiorgio: l’ex Leonzio ci prova al volo, ma la sua conclusione è fin troppo alta per impensierire Ingrassia. Otto minuti più tardi salta l’intesa tra Scalia e Darrigo ed una lettura errata manda in porta Genovese, messo al tappeto da Strano che pesca un’ammonizione per evitare guai peggiori. Alla mezz’ora il Biancavilla ha però la palla del vantaggio: Nicolosi, sulla trequarti, detta il cambio di gioco da destra e calcia a giro sul secondo palo, con Ingrassia che vola sotto l’incrocio dei pali per disinnescare la minaccia. Scampato il pericolo sono i mamertini a sfiorare il vantaggio con Leandro Rizzo, che un minuto più tardi si inserisce coi tempi giusti, scarta un avversario e si presenta a duello con Colonna, uscito fuori tempo ma bravo a far perdere l’attimo al fantasista pugliese che spara oltre il secondo palo. I gialloblù tornano a farsi sotto al 37’, col colpo di testa di Sangiorgio che in corsa fa rimbalzare la sfera di poco alta sulla traversa così come Strano, che in chiusura di primo tempo ruba palla sulla trequarti e di prepotenza manca i 7,32 difesi da Ingrassia per una questione di centimetri.

Giuseppe Ingrassia, portiere del Milazzo

Ad inizio ripresa il Biancavilla cerca subito di far saltare il banco e Nicolosi, servito in piena area, calcia a botta sicura pregustando il gol. Il tuffo di Ingrassia smorza però l’esultanza in gola ai gialloblù, col cuoio che si infrange letteralmente addosso al portiere ospite e sa di maledizione per l’undici locale. La rete sfiorata rinvigorisce dunque gli etnei, sempre più presenti nella trequarti ospite pur con qualche difficoltà a concludere. Al 69’ Salvo Nicolosi, autentico trascinatore degli etnei, mette in mezzo un cross forte che si perde sul fondo senza trovare alcun compagno ed è così che – sull’azione successiva – i padroni di casa trovano  il gol-salvezza. Nicolosi fa tutto da solo ancora una volta, entra in area e mette Ingrassia fuori causa: in mischia il pallone rischia di perdersi, ma all’ultimo istante utile Elton Meta trova la zampata vincente e spinge il pallone in rete per l’1-0. Succede ben poco nei minuti successivi, col neo entrato Peppe Crisafulli – classe ‘99 al suo esordio assoluto con la maglia rossoblù – rimasto in fuorigioco in un paio di occasioni. All’82’ il Biancavilla torna a concludere con Messina, che da 30 metri calcia a lato ed è col minimo scarto che gli uomini di Gaspare Cacciola festeggiano la salvezza diretta.

Il Milazzo affronterà invece l’Acireale nel primo turno dei play-off, in contemporanea a Pedara San Pio X-Sant’Agata. E con ogni probabilità scatterà già domenica 30 aprile la fase degli spareggi promozione: archiviato il campionato comincia tutta un’altra storia, quella in cui conta solo vincere.

Milazzo, nei playoff semifinale con l’Acireale

Biancavilla-Milazzo 1-0

Marcatore: 70’ Meta

Biancavilla (4-4-2): Colonna; Russo, Darrigo, Scalia, Ronsivalle; Marrone (63’ Meta), Sangiorgio (55’ Rubino), Strano, Garufi; Petrullo (55’ Messina), Nicolosi. A disposizione: Lazzaro, Mascali, Rinaldi, Faro. Allenatore: Gaspare Cacciola

Milazzo (3-5-2): Ingrassia;  Raia, Cordisco, Cucinotta; Casale, Quadri, Palmisano (61’ Arizzi), Giunta, Rizzo (50’ Dell’Oro); Ancione, Genovese (56’ Crisafulli).
A disposizione: Di Dio, Matinella, D’Anna, Tricamo. Allenatore: Danilo Rufini
Arbitro:  Emiliano Perini della sezione Roma 1. Assistenti: Dario Testaì e Matteo Cardona, entrambi della sezione di Catania.
Ammoniti:  Strano (B) Quadri (M).
Recupero: 0 pt, 3 st
Calci d’angolo: 1-6

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti