Betaland, Di Carlo: “Lotteremo per la salvezza fino in fondo e ce la faremo”

Indicazioni di coach Di Carlo

Le parole del coach di Capo d’Orlando all’esordio raccolte in Sala Stampa. Per Pistoia un Enzino Esposito raggiante: “Giochiamo la nostra pallacanestro senza guardare in faccia nessuno”.

Nella sala stampa del PalaCarrara Gennaro Di Carlo è onesto nel rivolgere i complimenti alla Giorgio Tesi Group Pistoia, compagine rivelazione che ha dominato in lungo ed in largo il match, infliggendo 103 punti alla sua squadra.
“E’ doveroso fare i complimenti a Pistoia e ad Enzo Esposito: meritate la posizione di classifica che avete e giocate il miglior basket della serie A. Enzino, secondo me, merita il premio di miglior allenatore dell’anno.
Mi sbilancio e dico una cosa forte: Pistoia è una squadra – eccetto Kirk – dal talento modesto che Enzo fa giocare alla grande.
Noi siamo una squadra fragile, in questo momento. In molte occasioni ho dovuto fare le parti di quello che prova a scuotere la squadra.
La partita era difficile, il risultato lo conferma, ma io dovevo trasmettere ai ragazzi una certa forza e se avessimo incappato in una serata-no di Pistoia, avremmo anche potuto sperare.
La squadra ci ha provato, a giocare insieme. C’è stata anche una scossa, mi aspettavo un inizio titubante, che è anche normale quando ci sono i nuovi coach, ma l’approccio mi è piaciuto. Ovviamente il nostro campionato non passava dal campo di Pistoia, ma so che proveremo fino in fondo a lottare per la salvezza e secondo me ce la faremo”.
In passato coach molto vicini tra loro, Enzo Esposito saluta Di Carlo e si gode i frutti di un lavoro certosino, partito da lontano e che adesso vede Pistoia sognare in grande nelle primissime posizioni della graduatoria (toscani al quarto posto in serie A).
“Come si è in difficoltà a capire da dove partire quando c’è una sconfitta pesante, è difficile anche in queste situazioni. Pubblico fantastico, i nostri giocatori appena hanno avuto voglia di accelerare, sono stati in grado di prendere e riprendere la partita. Statisticamente abbiamo stravinto sotto ogni punto di vista.
Qualcosa va comunque detto: abbiamo un gruppo di ragazzi – ragazzi, ancor prima che giocatori – fenomenali: loro non guardano in faccia a nessuno, giochiamo la nostra pallacanestro ed il risultato sono 20 punti alla fine del girone di andata, qualificazione per le Final Eigt ed alcune prestazioni superlative.
Obiettivo importante: staccare un attimo la spina, riprendere fiato, e poi penseremo alla gara con Brindisi.
Riprenderemo a lavorare non da martedi, ma da lunedi della settimana prossima, i ragazzi se lo meritano”.

Si ringrazia per la preziosa collaborazione Giacomo Carobbi di Pistoiasport.com

Commenta su Facebook

commenti