Il Benevento aggancia la Salernitana in vetta. Matera, nuovo show

Frena la Salernitana nel sesto turno del girone C di Lega Pro che si chiuderà lunedì sera con Barletta-Savoia. I granata, fermati sullo 0-0 dal Melfi all’Arechi, davanti a 7.000 spettatori, sono stati agguantati in vetta, a quota 14, dal Benevento. Ottima la prova dei lucani, andati vicini al vantaggio nel primo tempo con Tortori e Caturano. Anche nella ripresa in evidenza il portiere Gori e nuova occasione per gli ospiti fallita da Tortori. I gialloverdi, ora a 4 punti, frutto di altrettanti pareggi, avrebbero meritato di più. Al comando, insieme alla formazione di Menichini, c’è dunque il Benevento, grazie all’1-0 sul Martina. I sanniti hanno prevalso pur non brillando. A risolvere il match, al 18′ della ripresa, è stato un colpo di testa di Doninelli su cross di Celjak. Pugliesi ultimi, nonostante la buona prestazione. Alle spalle delle due battistrada c’è adesso il Matera che ha inflitto alla Lupa Roma il primo dispiacere stagionale. Gli uomini, di Auteri, alla terza affermazione di fila, hanno vinto per 3-1, offrendo una chiara dimostrazione di forza. Iannini apre le marcature all’11’, Mucciante raddoppia al 42′, entrambi a segno sugli sviluppi di corner. Tris di Madonia, al 30′ della ripresa. Gol della bandiera per i capitolini con Malatesta al 41′.

Il Matera, vittorioso 3-1 sulla Lupa Roma

Il Matera, vittorioso 3-1 sulla Lupa Roma

La seconda rete stagionale di Fabrizio Miccoli, a segno anche nella precedente uscita casalinga con la Reggina, consente al Lecce di battere per 1-0 la Paganese. I giallorossi nella ripresa hanno sprecato per due volte il match-ball con il neo-entrato Moscardelli, ma hanno sofferto il veemente ritorno della formazione di Cuoghi. Al 4′ di recupero determinante il volo all’incrocio di Caglioni, che ha così respinto la punizione dal limite di Caccavallo. Notte fonda per la Reggina, superata 2-1 a Castellammare. Incredibile quanto accade tra il 9′ ed il 10′ della ripresa: Armellino illude gli amaranto, Di Carmine pareggia subito i conti. La Juve Stabia festeggia quindi al 36′ con Romeo, punendo la difesa di Cozza. Pari  (0-0) tra Cosenza e Catanzaro, davanti ad una splendida cornice di pubblico. Un derby piacevole, nonostante il risultato a reti bianche. Segno “X” anche in Vigor Lamezia-Foggia. Al “D’Ippolito” accade tutto nel finale. Al 35′ Scarsella porta in vantaggio i padroni di casa, nove minuti dopo Gigliotti salva dalla sconfitta i rossoneri. Affermazione esterna, invece, per l’Ischia. I gialloblù si sono imposti per 1-2 sul terreno dell’Aversa Normanna. Al 6′ della ripresa padroni di casa in dieci per l’espulsione di Carbonaro. Gli ospiti ne approfittano e passano in vantaggio al 18′ con Ingretolli. Al 33′ l’Aversa centra l’1-1 con un rigore trasformato da De Vena. L’ex giallorosso è al quarto gol in questo avvio di campionato. Nel finale, però, si erge ancora ad assoluto protagonista l’attaccante Ingretolli, firmando ad un minuto dal termine il successo dell’Ischia.

Menichini, allenatore della Salernitana

Menichini, allenatore della Salernitana

I risultati della sesta giornata del girone C di Lega Pro: Aversa-Ischia 1-2; Barletta-Savoia 0-0; Benevento-Martina 1-0; Juve Stabia-Reggina 2-1; Lecce-Paganese 1-0; Matera-Lupa Roma 3-1; Messina-Casertana 1-5; Cosenza-Catanzaro 0-0; Salernitana-Melfi 0-0; Vigor Lamezia-Foggia 1-1.

La nuova classifica: Salernitana, Benevento 14; Matera 12; Lupa Roma, Lecce, Catanzaro, Casertana, Juve Stabia 11; Vigor Lamezia 9; Barletta 8; Ischia, Foggia (-1) e Savoia 6; Reggina; Messina, Melfi, Paganese 4; Aversa Normanna, Cosenza 3; Martina 2.

Commenta su Facebook

commenti