Barcellona si sveglia tardi. Agrigento domina il primo tempo, resiste e conquista il derby

Terza vittoria consecutiva, la quarta nelle prime cinque giornate di campionato per la Fortitudo Moncada Agrigento, che nonostante lo spavento finale per il veemente recupero da parte della Briosa Barcellona ha ampiamente meritato la vittoria nel derby. La squadra del Longano ha avuto il merito di non mollare mai, sospinta dalle spalle larghe e dalla tecnica di David Loubeau (21 punti) in area e dalla verve di Matteo Fallucca (12).
Agrigento, però, ha sempre condotto anche con un margine di vantaggio molto ampio, oltre i venti punti, costruendo nei primi trentacinque minuti una vittoria importante perché le consente (complice la sconfitta di Agropoli) di andare in testa al girone Ovest della Serie A2, seppure in compagnia.

Una fase del derby

Una fase del derby

La gara: match inaugurato da Loubeau dopo un paio di errori da parte di entrambe le squadre ma Eatherton risponde subito con un altro tiro da sotto, clima subito caldissimo anche grazie alla tripla di Migliori, cornice splendida di pubblico biancoazzurro e buona rappresentanza ospite. Saccaggi riprende da dove aveva cominciato con la tripla, buon momento per Agrigento col piazzato di Martin che si iscrive a referto dopo 5 minuti di gioco ma è ancora Loubeau a tenere a galla i giallo-rossi, 11-7 e time-out per Bartocci. Evangelisti in uscita dal time-out allunga il distacco in contropiede su assist di Martin ma il guizzante Ojo è diligente dalla lunetta e fissa il punteggio sul 13-9. Saccaggi, Etherton e Martin aggirano il tentativo di rimonta di Barcellona con tre giocate d’autore, è show-time al Palamoncada. Barcellona si affida ad un quintetto tutto italiano per sbloccarsi e ci riesce grazie alla tripla ben costruita di Fallucca, 20-12. Si conclude sul più 10 (22-12).
De Laurentiis manda in crisi Barcellona, parziale di apertura di 7-0 e vantaggio di ben 17 punti per i padroni di casa, ancora De Laurentiis con l’appoggio e +19. Rivede la retina del canestro muoversi Barcellona con il pregevole canestro di Fallucca ma Martin è devastante ed inchioda una schiacciata pazzesca, 33-16. Fallucca dimostra di essere un giocatore di difficile resa, Barcellona è appesa ai suoi canestri per il momento. Tripla di De Laurentiis all’uscita dal time-out e schiacciata di Lobeau che torna protagonista in attacco ma Agrigento è in stato di grazia, tripla di Vai e ingresso in campo per Visentin che esordisce davanti al suo nuovo pubblico. Canestro di Saccaggi e nuovo massimo vantaggio per Agrigento, secondo quarto chiuso sul punteggio di 43-24.

Capitan Migliori

Capitan Migliori

Si ritorna dalla pausa lunga con il jump di Ojo, comincia bene la seconda parte di gara Barcellona, Eatherton schiaccia e mette le cose in chiaro ma risponde Centanni con una tripla che può salvare la suspence. Migliori in contropiede completa un gioco da tre punti, grande inizio di tempo per gli ospiti, azione imitata da Martin che però spreca il libero aggiuntivo. Tripla di Saccaggi, immarcabile dall’arco, Evangelisti in contropiede e fallo tecnico attribuito a coach Bartocci, parziale pesante di Agrigento che rispedisce a -18 Barcellona. Cefarelli accorcia con il canestro da sotto ma Evangelisti risponde dalla lunetta, Barcellona non riesce ad accorciare il divario e Agrigento non riesce ad allungarlo, 57-39. Il terzo quarto si conclude sul punteggio di 59-42.
Per Barcellona esordio in serata solo al 30′ per Maccaferri che guida il primo approccio di rimonta targato Loubeau, ma tocca ad Evangelisti con la tripla complicare i piani insieme a Vai che completa l’allungo. Adesso è Loubeau che trascina i giallo-rossi ma ogni tentativo di rimonta è sventato da Agrigento che risulta quasi infallibile in attacco. Partita bloccata, tanti falli da parte di entrambe le squadree poca lucidità in attacco, Migliori sblocca il punteggio e Barcellona tenta la rimonta finale sul 69-56 a tre minuti dal termine. Capitanelli segna due punti che avvicinano ulteriormente Barcellona, Agrigento, impaurita, perde il pallone nell’azione successiva. Migliori fà 2/2 dalla lunetta. Black out per i padroni di casa che perdono nuovamente il pallone, Capitanelli segna ancora e regala un ultimo minuto intenso che comincia con i due liberi realizzati da Saccaggi, minuto di sospensione chiesto da Bartocci. Tripla di Fallucca che avvicina ulteriormente Barcellona che spende il fallo e manda Saccaggi nuovamente in lunetta, a segno entrambi i liberi. 43 secondi dalla fine e punteggio sul 74-67, Migliori rimanda a -5 Barcellona e spende il fallo su Evangelisti che segna i liberi, infallibile Agrigento dalla lunetta. Partita chiusa dalla lunetta per Agrigento sul 78-69. Barcellona si lecca le ferite per lo stop dopo due successi ma proverà a centrare il terzo acuto del suo campionato nell’importante sfida salvezza con Omegna.

Fortitudo Moncada Agrigento-La Briosa Barcellona 78-69
Parziali: 22-12; 43-24; 59-42
Fortitudo Moncada Agrigento: Cuffaro ne, Martin 8 (4/9, 0/1, 0/1 tl), Vai 6 (2/4 da tre), Evangelisti 20 (1/4, 4/8, 9/9 tl), Chiarastella 2 (1/1), De Laurentiis 8 (2/3, 1/1, 1/1 tl), Saccaggi 19 (3/7, 3/5, 4/4 tl), Morciano ne, Visentin (0/1), Eatherton 15 (5/8, 5/8 tl). All. Ciani
La Briosa Barcellona: Varotta ne, Centanni 3 (0/3, 1/5), Ojo 6 (2/4, 0/5, 2/2 tl), Fallucca 12 (3/5, 2/7, 0/2 tl), Loubeau 21 (10/17, 1/2 tl), Capitanelli 8 (3/5, 0/1, 2/2 tl), Bianconi, Cefarelli 2 (1/2), Migliori 17 (6/9, 1/4, 2/4 tl), Maccaferri (0/1). All. Bartocci

Ojo in azione (foto Ritratti)

Ojo in azione (foto Ritratti)

Commenta su Facebook

commenti