Barcellona, Fazio: “Rosa ringiovanita ma competitiva: obiettivi play off e la crescita del gruppo”

Coach Fazio parla con le atlete (foto Castagna)
Il sipario sulla stagione del Barcellona 95 si è alzato ai primi di settembre con l’avvio della preparazione pre-campionato, mentre per gli impegni ufficiali si dovrà attendere la metà di ottobre con la fase a gironi della Coppa Sicilia. Ma le attenzioni di dirigenti, staff tecnico e atlete sono rivolte al principale obiettivo della stagione, il campionato di serie C. Un torneo che la compagine del presidente Campo andrà ad affrontare con una rosa profondamente rinnovata e anche “ringiovanita” rispetto alla stagione precedente e soprattutto con l’entusiasmo di chi si avvia ad intraprendere un nuovo percorso. Al tecnico Domenico Fazio abbiamo chiesto di analizzare la stagione ormai prossima ad aprire i battenti, rivolgendo lo sguardo alle avversarie e agli scenari futuri del girone.
Come sta procedendo la prima fase della preparazione precampionato?
“Le ragazze a partire dal 26 Agosto hanno seguito un programma generale individuale. Dal 9 Settembre stiamo lavorando ogni giorno in palestra, dividendo la seduta tra la parte prettamente “fisica”, guidata dal preparatore atletico Antonio Nania e la parte tecnica. Svolgeremo una seduta al giorno per tutto il mese di Settembre”.
I gironi ricalcano in grossa sostanza quelli della scorsa stagione. Una tua valutazione?
“Il girone a forte caratterizzazione provinciale rappresenta sicuramente uno dei motivi di maggior interesse del campionato di Serie C. I numerosi derby stuzzicano molto la curiosità di addetti ai lavori e semplici appassionati, rendendo questo campionato interessante e particolarmente seguito”.
Per i play off si preannuncia una lotta tutta messinese oppure ritiene possibile l’inserimento di una sorpresa catanese?
“Da quanto mi risulta il Giarre ha allestito una squadra di tutto rispetto, con le carte in regola per disputare un torneo da protagonista. Credo comunque che in generale sarà un campionato equilibrato, con molte squadre che possono ambire ad un posto nei play off”.
Quali sono le vostre aspettative di partenza?
“La scelta della società di rinunciare al campionato di B2 dimostra il chiaro intento di ripartire, modificando le basi del nostro lavoro. Si è scelto di disputare la Serie C “promuovendo” in prima squadra ben 5 giovani provenienti dal vivaio che, insieme alle veterane del gruppo ed ai tre innesti di valore effettuati per completare ed equilibrare la rosa in ogni ruolo, avranno il compito di disputare un campionato in linea con quella che da sempre è la tradizione del Barcellona. Abbiamo l’ambizione di raggiungere due obiettivi: i play off ed al contempo favorire la crescita e l’inserimento di queste forze nuove, che speriamo possano avere sempre più spazio nel corso della stagione”.
Capitolo mercato. Ad oggi quali sono le squadre che sulla carta si sono rinforzate in maniera maggiore?
“Detto del Giarre, l’unica società della provincia che ha rinforzato in maniera importante il proprio organico è stato il Tremonti del presidente Omodei. I tanti innesti di valore fanno della squadra messinese una delle più serie candidate alla vittoria del girone. A rinnovare molto è stato anche il Savio, società alla quale guardo con simpatia vuoi per l’amicizia che mi lega al tecnico Giovanni Russo, vuoi perché anche lì si è scelta la strada del ringiovanimento della rosa a discapito di una permanenza in B2 guadagnata sul campo. Per il resto tutti gli organici sono rimasti pressoché invariati”.
Il mercato del Barcellona è chiuso, oppure dobbiamo aspettarci possibili sorprese?
“Con la conferma delle quattro veterane, i tre innesti (Strano, Scrimieri e Baleva ndr) e la promozione delle cinque giovani dal team di Prima Divisione, riteniamo di aver completato l’organico in maniera soddisfacente. Mi auguro che a differenza della scorsa stagione la sfortuna non ci consideri meritevoli di sua attenzione, in maniera da non dover ricorrere a soluzioni d’emergenza a ridosso o peggio ancora durante il campionato”. 
L’allenatore del Barcellona 95 – Domenico Fazio

Commenta su Facebook

commenti