Aversa e Matera blindano Orlando e Lauria. Il Messina virerà su altri obiettivi

ENZ_8173Dopo avere definito le prime operazioni di mercato il Messina è al lavoro per rinforzare ulteriormente il proprio organico. Fin qui la tranche invernale di calcio-mercato ha regalato sei partenze (Guadalupi, Gherardi, Guilana, Piovi, Scoponi, Di Stefano) e tre arrivi. Il difensore centrale Enrico Pepe ha già fatto il suo positivo esordio ad Ischia, confermando le qualità che non a caso hanno portato il Chievo a riscattarne la metà del cartellino. Uno scampolo di gara poco fortunato per Caturano, in possesso comunque di buone doti fisiche al cospetto della rapidità che rappresenta comunque una delle sue principali doti. La punta arrivata in prestito dalla Casertana non sarà disponibile però domenica con il Tuttocuoio per via di una squalifica originata principalmente dai cartellini gialli portati in dote dalla Campania. C’è attesa per il possibile esordio di Franco, altro “gioiellino” del vivaio del Chievo, che lo aveva girato in precedenza alla Paganese di Grassadonia. Interditore di centrocampo di grande quantità, nonostante la giovane età, rappresenta quindi un valido alter ego di Bucolo ed un’ottima opzione per un reparto che ha recuperato Maiorano e può fare affidamento anche su Simonetti.ENZ_8249

Sul fronte delle possibili entrate, è arrivato intanto da Aversa un secco no per gli attaccanti Luca Orlando, classe 1990, e per il più esperto Salvatore Galizia (’79), che d’altronde stanno giocando con grande continuità nella formazione allenata dall’ex tecnico del Messina Nello Di Costanzo. Un po’ come era avvenuto con i pari ruolo Neglia e Tortori, dichiarati incedibili dal Melfi, che pure avrebbe gradito l’eventuale contropartita tecnica rappresentata dal difensore Alessio De Bode, che potrebbe trovare meno spazio dopo l’acquisto di Pepe. L’Aversa Normanna punta peraltro a rinforzarsi, per non lasciare nulla di intentato nella complicata rincorsa ad una delle prime otto posizioni. Già ufficializzato l’innesto del centrocampista esterno Federico Comini, argentino con esperienze ad Avellino, Aprilia ed Andria, è stato programmato qualche altro movimento in entrata.

Anche il Matera non sembra propenso a privarsi di Fabio Lauria (’86) e Domenico Girardi (’85), affiancati al Messina nei giorni scorsi. I lucani sono impegnati nella difficile rincorsa alla prossima serie C unica in un girone particolarmente equilibrato, guidato fin qui dalla Turris e dal Marcianise, in cui milita l’ex Città di Messina Nicola Citro, autore peraltro di ben 12 reti in 17 gare. Ad annunciare che non intende privarsi di Lauria e Girardi, che pure stanno trovando poco spazio in una rosa puntellata con l’arrivo di Picci, ex Brescia e Barletta, è stato il presidente Saverio Columella. La sconfitta con la Mariano Keller è costata peraltro la panchina a Toma e con il suo successore, Cosco, non è escluso che il loro minutaggio possa aumentare.ENZ_8082

I peloritani dovranno quindi orientarsi su altri obiettivi, magari concentrandosi ancora su altri calciatori sulle cui doti possa garantire Grassadonia, autentico direttore sportivo aggiunto in queste prime settimane di mercato, con ampi poteri affidati direttamente dal patron Pietro Lo Monaco, solitamente poco propenso a delegare.

 

Commenta su Facebook

commenti