Auteri: “Non possiamo sempre prendere schiaffi. Troppi possessi regalati”

Gaetano AuteriIl tecnico del Messina Gaetano Auteri (foto Paolo Furrer)

Il tecnico del Messina Gaetano Auteri è amareggiato per il terzo ko in quattro gare, maturato nel secondo tempo del Partenio: “Abbiamo gestito a tratti la gara e poi abbiamo perso velenosamente quattro-cinque possessi in superiorità numerica, senza servire il compagno smarcato. Dobbiamo prendere atto di questi errori. Abbiamo giocato un discreto primo tempo, nella ripresa abbiamo corso con la palla al piede e non senza palla: non mi è piaciuto, dobbiamo essere più veloci e potevamo essere più lucidi nella ripresa”. 

Fiorani

Fiorani in marcatura su Ceccarelli (foto Paolo Furrer)

L’Avellino, nonostante il successo, ha confermato di attraversare un momento difficile: “Abbiamo perso immeritatamente una partita contro una squadra che ha problemi emotivi, di nervosismo e pressione ambientale. Noi eravamo più tranquilli e potevamo fare meglio. Nelle difficoltà loro si sono aggrappati al gruppo. Noi abbiamo comunque problemi maggiori rispetto a loro. Sono più i nostri demeriti dei loro meriti. Abbiamo subito due-tre contropiedi, regalando facilmente il possesso. Questo ci ha fatto perdere coraggio e tranquillità”. 

Non è bastata una splendida rete di Catania. Auteri si aspetta di più, anche da lui: “Abbiamo over con qualità, come Lorenzo. Ma devono fare scelte più immediate e semplici, ci perdiamo in un bicchiere d’acqua. Fa parte del processo di crescita, lui viene dall’Eccellenza e non ha grande esperienza. Stava bene fisicamente ma nel secondo tempo mi è sembrato un po’ appagato dal gol che aveva realizzato”. 

Catania

Il grande gol di Catania (foto Paolo Furrer)

Crotone e Catanzaro, prossimo avversario dei peloritani, si confermano nell’alta classifica, seguite a ruota dalle sorprendenti Juve Stabia e Turris e dal Pescara, guidato fino a un anno fa proprio dall’attuale tecnico del Messina, che ritiene però premature le indicazioni del campo: “Ci sono tante squadre con valori importanti, è difficile adesso dare giudizi definitivi. Il campionato è difficile ed equilibrato. Noi siamo stati competitivi, nonostante i giovani. Ma non possiamo prendere sempre schiaffi. Bisogna anche essere più consistenti mentalmente”. 

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma