Athlon, Alibrando: “Confermarci competitivi per il futuro e incrementare il minivolley’’

Athlon under 14La formazione Under 14 dell'Athlon Pace del Mela

Tempo di riflessioni, guardando quanto fatto fino ad oggi ma soprattutto pensando a cosa può riservare il futuro. La stagione da poco conclusasi, la prima sotto la presidenza di Giovanni Alibrando, ha regalato più luci che ombre all’Athlon Pace del Mela. Il sodalizio pacese prosegue il lavoro di diffusione dell’attività sportiva nel comprensorio con il settore maschile e femminile, raccogliendo diverse soddisfazioni sia in termini collettivi che per quanto riguarda la crescita dei propri giovani atleti, finiti peraltro sotto lo sguardo degli staff tecnici federali territoriali e regionali. Ed è proprio con il massimo dirigente dell’Athlon che ci siamo intrattenuti in una piacevole conversazione a 360 gradi, abbracciando tutta l’attività svolta in palestra e i programmi per il futuro che già bussa alle porte.

L'Under 18 dell'Athlon Pace del Mela

L’Under 18 dell’Athlon Pace del Mela

Allora presidente è soddisfatto di questo suo primo anno al vertice dell’Athlon?
“A settembre dell’anno scorso, i dirigenti dell’Athlon hanno voluto che diventassi il presidente della nostra associazione sportiva. Sto portando avanti l’incarico con passione e impegno, dando continuità all’attività da noi svolta da oltre 10 anni, confermando i buoni risultati ottenuti nelle passate stagioni. Ho cercato di trasmettere nuovi stimoli alla prima squadra maschile, formata da un gruppo già coeso, con la scelta di mister La Malfa che ha ben lavorato con i ragazzi. Il settore giovanile maschile e femminile è stato gestito con l’intenzione di offrire ai nostri giovani opportunità di crescita e confronto anche con altre realtà pallavolistiche. Così come grande attenzione è stata riservata al settore minivolley che vorrei nel futuro arricchire e migliorare magari con l’avvio di un progetto di collaborazione con la scuola del nostro territorio”.
Finite le attività, è tempo di consuntivi. Che valutazione date alla vostra stagione?
“Abbiamo disputato 8 campionati fra settore maschile e femminile, oltre alla serie D maschile ed alla 2^ divisione femminile i nostri atleti sono stati impegnati nell’under 13, U16 e U18 maschile, under 13 e 14 femminile, e in collaborazione con La Saracena Volley l’U16 femminile. Sono arrivati un buon terzo posto nel campionato regionale di serie D, il secondo posto nel girone con la 2^ divisione. Stesso piazzamento nell’Under 18, risultato che ci ha consentito di giocare la finale interterritoriale a Mazara del Vallo, mentre con la formazione femminile under 14 abbiamo disputato i quarti di finale provinciali. Sono risultati che confermano il buon lavoro svolto dai nostri allenatori”.
Per quanto riguarda la serie D non è arrivata la promozione, ma a conti fatti anche qui il bicchiere è più pieno o vuoto?
“Ritengo che quanto fatto quest’anno non può farci vedere il bicchiere mezzo vuoto. La prima parte della stagione è stata esaltante tanto da portarci a disputare la Coppa Sicilia, un po’ meno efficaci siamo stati negli scontri diretti con le nostre avversarie di vertice, quando, ad un passo dalla promozione diretta, la voglia di far bene ci ha caricato troppo dal punto di vista emotivo. Nessun rimprovero, ma deve essere visto come una ulteriore motivazione per crescere di più e vivere i momenti fondamentali della stagione in modo diverso”.

Trofeo Picciurro 2018

I giocatori Alibrando e Lo Iacono con la rappresentativa territoriale al Trofeo Picciurro 2018

L’attività giovanile ha riservato soddisfazioni all’Athlon. Quali sono i programmi in vista della prossima stagione?
“Come già detto, per quanto riguarda il settore giovanile il nostro primo obiettivo è la crescita degli atleti, infatti le collaborazioni a cui abbiamo preso parte finora sono state sempre rivolte in questa direzione. Nella passata stagione grazie alla collaborazione con La Saracena Volley per quanto concerne il campionato under 16 femminile, abbiamo disputato la finale regionale che non ci ha visto vincitori solo per il quoziente punti. Inoltre, grande soddisfazione ci ha dato la convocazione di tre nostri atleti, classe 2003/2004, nella selezione provinciale che ha partecipato al Trofeo Picciurro. La prossima stagione ci vedrà sempre impegnati sia nel settore maschile che in quello femminile; stiamo studiando in base ai nostri mezzi i possibili i miglioramenti da apportare. Certa è la nostra permanenza nella serie D maschile, ma stiamo valutando anche altri orizzonti. Così come si sta cercando di allestire una bella squadra under 18 per affrontare il prossimo campionato nelle zone di vertice. Nel settore femminile vorremmo confermare quanto fatto nella passata stagione, vista anche la giovane età delle nostre atlete; valuteremo se i numeri ci consentiranno di fare qualcosa in più”.

Commenta su Facebook

commenti