Amador: maglia rosa storica. Nibali inizia a fare la voce grossa

Mikel Nieve

Arrivano le Alpi e il Giro d’Italia entra nel vivo. La prima frazione di alta montagna arride a Mikel Nieve. Lo spagnolo ha vinto per distacco la 13esima tappa, la Palmanova-Cividale del Friuli di 170 chilometri. La maglia rosa cambia padrone, dal lussemburghese Bob Jungels al costaricano Andrey Amador (4° l’anno scorso al Giro), seconda punta della Movistar di Valverde. Nibali, attivo sull’ultima salita, si toglie la soddisfazione di superare Valverde nella volata per il terzo posto, rosicchiando così 4″ di abbuono.

Vincenzo Nibali

Vincenzo Nibali in azione

La corsa – Velocissima sin dai primi chilometri si accende nel penultimo GPM di giornata, con la squadra di Nibali a fare l’andatura. Al passaggio in cima è Nieve a transitare per primo, mentre dietro il gruppo degli uomini di classifica si assottiglia ad una ventina di corridori, tra loro non c’è la maglia rosa, attardata di circa un minuto. La successiva discesa e l’ultima salita di giornata non modificano distacchi e posizioni, con Nieve vittorioso in solitario.

Ottimo secondo Giovanni Visconti. Il siciliano giunge staccato di 43″ dal vincitore, ma la sua è davvero un’azione rimarchevole: nonostante una brutta caduta avvenuta a metà gara riesce a condurre a termine la tappa con grinta e determinazione. Un piazzamento stoico.

Nibali si concede ai tifosi sempre con affetto

Nibali si concede ai tifosi sempre con affetto

I big – Il gruppo dei migliori (composto da una quindicina di unità) arriva al traguardo con un ritardo di 1’17” regolato in volata da Nibali. Il messinese, grazie ad uno sprint perfetto, riesce a precedere Valverde. Un segnale importante sotto l’aspetto psicologico.

La nuova maglia rosa è Amador, primo costaricense a vestire il simbolo del primato al Giro d’Italia. Il gregario fidato di Valverde conclude la prova con il gruppo dei migliori, denotando nel corso di tutta la frazione una condizione fisica eccellente. Per il Costarica un risultato storico, festeggiato al traguardo da una decina di tifosi provenienti dall’America centrale.

Ordine d’arrivo
1. Nieve Mikel – Team Sky
2. Visconti Giovanni – Movistar Team a 43″
3. Nibali Vincenzo – Astana Pro Team a 1’17”
4. Valverde Alejandro – Movistar Team st
5. Majka Rafał – Tinkoff st
Classifica generale
1. Amador Andrey – Movistar Team
2. Jungels Bob – Etixx – Quick Step a 26″
3. Nibali Vincenzo – Astana Pro Team a 41″
4. Valverde Alejandro – Movistar Team a 43″
5. Kruijswijk Steven – Team LottoNL – Jumbo a 43″

The following two tabs change content below.
Giuseppe Girolamo

Giuseppe Girolamo

Giornalista sportivo, iscritto all'OdG della Sicilia. Appassionato di ciclismo!

Commenta su Facebook

commenti