Alma Patti vicina all’impresa. La capolista Empoli vince dopo due supplementari

Alma PattiL'Alma Patti ha dato tutto contro la capolista

Al termine di una partita incredibile, l’Use Empoli sbanca il PalaSerranò di Patti dopo due tempi supplementari con il punteggio di 103-107 nel match valido per il recupero dell’ottava giornata del Girone Sud di Serie A2. Una partita rocambolesca e folle, in cui l’Alma di coach Buzzanca sembrava fosse riuscita a vincere dopo quaranta minuti tirati, quando le empolesi erano sotto di sei punti con 15 secondi da giocare, oltre che prive di Cvijanovic, uscita per raggiunti limiti di falli. E invece risultava decisiva la doppia prodezza di Peresson, che con due triple ravvicinate ha mandato la gara all’over-time.

Alma Patti

Botteghi in difesa. Per lei ben 30 punti (foto Valeria Orlando)

All’Alma non sono bastati i 30 punti di Botteghi, i 17 con anche 11 di rimbalzi di capitan Sarni, gli altrettanti 17 dalla panchina di Moretti, i 15 di Pilabere e i 13 di Miccio. Prestazione monstre da 36 punti per Peresson, invece, con le siciliane che però sprecano tanto e nel primo over-time chiudono solo sulla parità a quota 91, con Sarni che dalla lunetta manca il potenziale libero della vittoria. Il secondo over-time vede, invece, Empoli capace di trovare protagoniste aggiuntive al suo match, come Manetti (15 punti alla sirena finale), Ruffini (12) e l’ex Stoichkova (14), che dopo aver tirato male per gran parte del match ha segnato i canestri della vittoria della USE, che fa così festa rimanendo in vetta solitaria in classifica. Patti invece si mangia davvero le mani, può recriminare sui dieci tiri liberi sbagliati, ma può davvero essere conscia di avere il potenziale per ambire alla testa del campionato e giocarsela fino in fondo per il successo finale.

Alma Patti – Use Rosa Scotti Empoli 103-107 (d2ts)
Alma Patti: De Giovanni 9, Botteghi 30, Francia 2, Moretti 17, Pilabere 15, Miccio 13, Bardaré, Armenti ne, Sciammetta ne, Sarni 17. All.: Buzzanca.
Empoli: Peresson 36, Cvijanovic 6 (3/12, 0/2), Ruffini 12, Patanè 6, Stoichkova 14, Merisio 9, Casini ne, Manetti 15, Melita ne, Chelini 9. All.: Cioni.
Arbitri: Bernardo di Roma e Maino di Milano.
Parziali: 25-23, 18-17, 19-17, 19-24, 10-10, 12-16.

Autori

+ posts

Classe 1992, è un Giornalista Pubblicista dal 2020. Ha curato e gestito in passato diversi blog, oltre che l'Area Comunicazione di alcune società sportive.

The following two tabs change content below.

Gabriele Ferruccio

Classe 1992, è un Giornalista Pubblicista dal 2020. Ha curato e gestito in passato diversi blog, oltre che l'Area Comunicazione di alcune società sportive.