Alma Patti ko a Civitanova Marche. Il tiro dell’overtime fallito allo scadere

Alma PattiMilica Micovic tra le migliori marcatrici di squadra

Prima trasferta stagionale per l’Alma Basket Patti, che a Civitanova Marche sfiora l’overtime contro la Feba in una gara messa in discussione fino agli ultimi 14 secondi del tempo regolamentare. Le pattesi aprono benissimo portandosi sullo 0-7 dopo meno di un minuto con Gerostergiou e cinque punti consecutivi firmati Verona. Coach Paciucci corre al time out e le padrone di casa reagiscono costruendo il 6-7 con i canestri di Savatteri e Bocola. La gara si gioca su continui rovesciamenti di fronte, con tanti errori, ma l’Alma resta in scia e allunga ancora con capitan Verona (6-9) e con i primi punti di De Rosa. Si sblocca Goncalves per Civitanova Marche, ma il fallo Binci porta Iuliano ai liberi per l’8-13. Perrotti e Savatteri tengono in scia Feba, Patti risponde dai liberi, Bocola e Perrotti riducono ancora lo scarto, ma Verona e Chiarella sono attente sotto canestro permettendo a Patti di chiudere il primo quarto in vantaggio 18-19.

Alma Patti

L’Alma Patti si carica in mezzo al campo

La formazione di coach Buzzanca riapre la contesa con un gioco da tre punti concretizzato da Chiarella su un’esecuzione perfetta della rimessa da fondo. In contropiede Gualtieri subisce fallo e Patti è ancora in lunetta per mettere giù il ventitreesimo punto nella gara. Feba si sblocca a 7’ realizzando il 20-23 e poi il -1 con il tiro piazzato di Giacchetti. Chiarella segna ancora (settimo punto personale), ma dai liberi Perrotti fa due su due e realizza successivamente in sottomano il +1 (26-25) a 5:30”. Buzzanca chiama time out. Alla prima azione d’attacco, la tripla di Micovic è corta, ma Verona segue il tiro e realizza ristabilendo il +1 ospite. Sul finire di quarto Savatteri diventa un rebus per la difesa pattese: Nwanchkwu spende su di lei due falli, la lunga palermitana prende posizione opponendo la spalla, ma viene premiata dagli arbitri con il fallo. Sul 28-29 ci pensa Verona (quindici punti già alla fine del secondo quarto), ma due giri in lunetta ben sfruttati da Civitanova Marche lasciano apertissima la contesa alla fine del primo tempo, chiuso sul 32-31 a firma Savatteri.

Alma Patti

Calogero Ceraso e l’Alma Patti al gran completo

A riapertura del match il parziale è di 4-4 per le padrone di casa a poco meno di metà frazione. A 5.19” paura per Dell’Orto rimasta a terra dopo lo scontro con Perrotti, ma la play pattese torna in panchina sulle proprie gambe alla chiamata del terzo time out dell’incontro. Sul 36-35 Perrotti vola in contropiede, sotto canestro Chiarella viene raddoppiata e segna entrambi i liberi concessi sul fallo di Savatteri, nel capovolgimento di fronte il tiro di Giacchetti viene raccolto dal ferro per il 40-37. Gerostergiou innesca un altro contropiede avversario chiuso da Perrotti, mette una pezza Micovic con cinque punti consecutivi che stabiliscono la parità a 42 a 2:43”. Il quindicesimo punto di Perrotti rimette in moto le padrone di casa mentre a 50” Nwachkwu va in lunetta, sbaglia i liberi e commette invasione sul tentativo di rimbalzo. Senza pensarci su Bocola spara la tripla e segna, la risposta è sempre di Milica Micovic poi la difesa di Patti contiene l’ultima offensiva della padrone di casa, comunque in vantaggio alla fine del terzo quarto 47-44.

Serie B Femminile

Per Francesca Chiarella è un ritorno a Patti

Gli ultimi dieci minuti si aprono con il -1 Alma firmato ancora Micovic, ma anche con tre palle perse delle siciliane. A 7.34” si conclude la partita di un’ottima Lucia Savatteri, costretta a lasciare il campo accompagnata dai sanitari e anche da coach Mara Buzzanca, probabilmente, a causa di una torsione al ginocchio. Per lei 11 punti e 11 rimbalzi in 26’, ma la sua uscita innesca la reazione veemente delle compagne. Bocola realizza sei punti personali e serve un assist per Paoletti, Goncalves strappa la palla dalle mani di De Rosa e appoggia da sotto. Patti resta in gara solo grazie a quattro punti di Micovic, un canestro di puro tatto di Iuliano (55-52 a 4:2”) e va sul -2 con il libero segnato da Dell’Orto. Gerostegiou alza in quintetto di Patti, ma Bocola realizza senza difesa il 57-53. Milica Micovic con 2.11” da giocare riporta le pattesi sul -2 dai liberi, la risposta di Civitanova arriva da Goncalves ed è una tripla pesantissima. L’Alma non sfrutta l’attacco a disposizione e commette fallo in difesa con Gualtieri. In un amen è 61-55 con solo 1.31” da giocare. “L’Alma” di Patti però non si smentisce. Micovic piazza la tripla del 61-58 ad ultimo minuto dal termine, con 34” Dell’Orto va in lunetta sul fallo di Goncalves e realizza il nuovo -1. E’ vana la pressione di Patti perchè Trobbiani tira e segna il nuovo +3 a 14” dal termine. Buzzanca chiama time out, l’ultimo tiro lo prende prevedibilmente Milica Micovic, ma il tentativo stavolta fallisce. La lotteria dei liberi premia le marchigiane: Perrotti fa due su due e una stoica Alma Patti è costretta alla resa sul 65-60.

Alma Patti

Marta Verona strizza l’occhio al fotografo

Feba Civitanova Marche – Alma Basket Patti 65-60
Parziali: 18-19, 14-12, 15-13, 18-16
Feba Civitanova Marche: Trobbiani 4, Pronkina, Paoletti 4, Angeloni, Bocola 16, Savatteri 11, Grande ne, Severini 1, Morbidoni, Binci, Malintoppi, Medori, Goncalves 8, Perrotti 19. All.: Paciucci.
Alma Basket Patti: Chiarella 9, Micovic 20, Nwachukwu, Dell’Orto 3, Iuliano 4, Verona 17, Gualtieri 1, Bardarè ne, Gerostergiou 2, De Rosa 4. All.: Buzzanca.
Ass.all.: Perseu, Secondo ass. all.: Costantino.
Abitri: Andrea Bernassola e Giorgio Silvestri di Roma.

The following two tabs change content below.