Alla Sala Laudamo lo spettacolo “Amigdala”

amigdalaamigdala

Il prossimo 11 e 12 giugno presso la Sala Laudamo andrà in scena lo spettacolo “Amigdala” scritto da Orazio Abate, Nino Cosenza e Giovanni Maria Currò, che ne cura anche la regia insieme a Mauro Failla.

Amigdala

Una scena di “Amigdala”

L’evento teatrale è una produzione del “Clan degli Attori” e sul palco ci saranno Orazio Abate, Kasia Albertch, Nino Cosenza, Piera Costantino e Manuela Smeriglio, con la partecipazione degli allievi del Clan degli Attori Sebastiano Monte, Angelo Morabito, Cinzia Murabito, Michela Pandolfino e Gaia Vizzini. Amigdala rappresenta il risultato di uno studio fatto dal Clan degli Attori sulla paura. Il lavoro si innesta nel quadro di un attuale e dinamico sperimentalismo teatrale perseguendo l’ obiettivo di dar voce ad una emozione attraverso il naturale istinto emotivo e comunicativo che emerge, incontrollato, dal corpo. La paura è un sentimento che ci accomuna tutti e che, nello stesso tempo, ci permette di reagire alle avversità della vita. Ovviamente tutte le paure hanno come comune denominatore la morte. Sul palco gli attori esplorano momenti del vissuto in cui l’essere umano si trova a confrontarsi con quelle situazioni che sfuggono al controllo della ragione, con un coinvolgimento più percettivo che permette di trasferire allo spettatore la forza che anima l’attore innescando una piena condivisione emotiva.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti