Simone Quintieri è il vice di Zeman. Si avvicina il ritorno di Lavrendi

LavrendiGiovanni Lavrendi in azione contro l'Ercolanese (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Il centrocampista Giovanni Lavrendi potrebbe presto tornare a Messina. L’ex calciatore dell’Acr, che nella stagione 2017/2018 collezionò una trentina di presenze in riva allo Stretto, è attualmente svincolato e potrebbe compiere un clamoroso dietrofront dopo le incomprensioni con il club del recente passato.

Nei giorni scorsi il primo incontro con il presidente Pietro Sciotto è servito per porre le basi al possibile ritorno. Lavrendi vanta quasi 350 apparizioni tra i Dilettanti, con una ventina di reti all’attivo. In carriera anche il grande salto in C con le maglie di Vigor Lamezia, Mezzocorona e Hinterreggio, formazione con cui ha disputato ben sei campionati.

Simone Quintieri

Simone Quintieri in azione in Indonesia. Il vice di Zeman è un autentico giramondo

L’anno scorso invece un’altra trentina di apparizioni da titolare a Castrovillari. In estate era stato ad un passo l’accordo con il Corigliano, poi svanito. La separazione con l’Acr aveva avuto qualche strascico, in virtù di alcune pendenze non sanate e il caso di una firma contestata finito in Procura Federale. Lavrendi ritroverebbe Crucitti, che in estate è stato suo testimone di nozze e al quale è legato da una lunga amicizia.

Torna a Messina anche l’ex centrocampista Simone Quintieri, che sarà il vice di Karel Zeman. Il 37enne originario di Schiavonea, centro della provincia di Cosenza che ha dato i natali anche a Rino Gattuso, è stato un autentico giramondo, prima di appendere gli scarpini al chiodo.

Simone Quintieri

Simone Quintieri con lo juventino Giorgio Chiellini

Il neo-allenatore in seconda ha militato infatti in Germania, Stati Uniti, Kuwait, Malesia, Indonesia e Malta mentre in Italia aveva indossato le maglie di Lumezzane, Hinterreggio (fu per breve tempo compagno di Lavrendi) e Igea Virtus (con tre marcature nella vecchia C2).

A Messina anche una brevissima apparizione nel 2009, nel corso della gestione Di Mascio, che però si concluse subito in virtù dell’incertezza societaria che caratterizzò quel periodo tormentato nella storia del club.

Giovanni Martello

Il direttore sportivo Giovanni Martello è legato all’Enna

Nelle ultime ore la proprietà del club avrebbe avuto dei contatti anche con il direttore sportivo Giovanni Martello, che però resta legato contrattualmente all’Enna. Resta da capire se la famiglia Sciotto attenderà che l’ex dirigente del Gela si liberi dagli attuali impegni, anche di natura morale considerando che si tratta della società della sua città natale, o se si orienterà su altri profili.

Tornando al calcio giocato, sembra certo che Bruno, Marfella e Barbera saranno indisponibili per la trasferta di Corigliano. Tornano invece a disposizione Nardelli, fin qui rimasto ai margini del gruppo con Cazzarò e Rando, e Coralli, che ritrova Zeman dopo l’ottima stagione di Reggio Calabria.

Commenta su Facebook

commenti