La Tiger si aggiudica la Supercoppa provinciale: Siac ko ai rigori

Non sono bastati 90′ per decretare la squadra vincitrice della Supercoppa Provinciale valida per le vincitrici dei gironi di Terza Categoria ricadenti nel comitato Figc di Messina. Al Comunale “Nicola Bonanno” dell’Annunziata la Tiger Messina si aggiudica l’ambito trofeo battendo la SIAC ai calci di rigore per 5-3 (1-1 dopo i regolamentari), fatali gli errori dal dischetto di Idotta e D’Alessandro.

Nei tempi regolamentari le due squadre non si sono risparmiate e fino alla fine hanno cercato di andare a segno nella consapevolezza dell’enorme posta in palio. Entrambe le compagine hanno fatto di tutto per portare a casa la Supercoppa, la ciliegina di un campionato già di per sé straordinario.

La Tiger mentre festeggia la Supercoppa provinciale.

La Tiger mentre festeggia la Supercoppa provinciale.

Colpita a freddo da Irrera, la SIAC Messina non si è mai data per vinta e dopo aver trovato il gol del pareggio con la punizione magistrale di Davide Romano si è riversata in avanti in cerca del raddoppio. Tante le occasioni create dai bianco-azzurri che si vedono respingere sulla linea di porta la conclusione di D’Alessandro. Nel finale doppia occasione anche per Daniele Lipari.

La Cronaca. Al 3′ Irrera scatta sul filo del fuorigioco e dalla sinistra punisce Costantino per il gol che vale il vantaggio della Tiger. La risposta della squadra del tecnico D’Alessandro arriva al 16′ con il tiro dalla distanza di Fabrizio Lipari che esce fuori di poco. Al 24′ la SIAC ristabilisce la parità con la punizione magistrale di Davide Romano, nulla da fare per l’estremo difensore costretto a raccogliere la sfera in fondo al sacco. Al 30′ il tiro dalla distanza di Battaglia finisce alto sopra la traversa. Al 40′ occasionissima per i bianco-azzurri: D’Alessandro riceve palla da Mazzeo, supera il diretto avversario e con una finta elude l’intervento del portiere per poi calciare a botta sicura, ma deve fare i conti con Trapani che respinge la sfera sulla linea di porta. Pericolo scampato, la Tiger si fa vedere dalla parti di Costantino nei minuti finali con Giuseppe Romano, ma non inquadra la specchio della porta.

La formazione iniziale della Siac

L’organico della Siac

Nel secondo tempo Irrera ci prova di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Costantino fa sua la sfera. Al 9′ la conclusione di Aliquò viene respinta in corner dalla squadra del tecnico Tripodo. La SIAC attacca costantemente e sfiora il gol con Mazzeo su suggerimento di D’Alessandro. Le occasioni più ghiotte capitano sui piedi di Daniele Lipari che semina il panico nella difesa giallo-nero. Smarcato da Giacobbe, il centrocampista si vede respingere la conclusione prima da Trapani e dopo dall’estremo difensore. Al 41′ altra occasione per la SIAC: traversone basso di Giacobbe e colpo di tacco di Mazzeo, sfera che sfiora il palo. La Tiger prova a reagire al forcing bianco-azzurro al 43′ con la punizione di Scucchia che non centra il bersaglio, poi è ancora SIAC. D’Alessandro serve in profondità Daniele Lipari, chiuso da due avversari al momento della conclusione, non riesce a imprimere alla sfera la giusta forza per battere il portiere avversario. Nonostante i tre minuti di recupero il risultato non cambia: si va ai calci di rigore. Dal dischetto gli errori di Idotta e D’Alessandro consegnano la Supercoppa alla Tiger Messina che mette a segno tre rigori su quattro.

 Il tabellino

Asd SIAC Messina- Asd Tiger Messina: 5-3 d.c.r (1-1)

Marcatori: 3′ Irrera (T), 24′ Romano (S).

Sequenza Rigori: Tripi (T) fuori, Romano D. (S) gol, Romano G. (T) gol, Tavilla (S) gol, Scucchia (T) gol, Idotta (S) respinto, Irrera (T) gol, D’Alessandro (S) palo, Bagnato (T) gol.

Asd SIAC Messina: Costantino, Turchet, Tavilla, Franzò, Vasta, Romano D., Libro (75′ Idotta), Lipari F. (69′ Lipari D.), Mazzeo, D’Alessandro, Aliquò (65′ Giacobbe). All. D’Alessandro.

Asd Tiger Messina: Siracusa, Fucile, Trapani, Di Bella (77′ Schucchia), Tripodo (K), Crupi, Baganto, Battaglia (69′ Verduci), Irrera, Messina (55′ Romano G.), Augliera (63′ Tripi). All. Tripodo.

Arbitro: Naccari di Messina.

Ammoniti: Crupi (T); Tripodo (T); Lipari D. (S); Romano D. (S).

Recupero: 0′ e 3′.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com