Il 2016 del Monopoli è iniziato male. Il gol manca ormai da 434 minuti

MonopoliUna formazione del Monopoli

Consueto appuntamento con la dettagliata presentazione dell’avversario, curata questa settimana dal collega Giovanni Mavilio di “Monopoli Live”. I pugliesi sono tornati in C dopo un’attesa durata ben 23 anni ma dopo il positivo avvio sono a secco di successi da sette gare ed in particolare dal 29 novembre. Da qui un certo attivismo sul mercato.

Monopoli

I calciatori del Monopoli celebrano il sorprendente successo conquistato con il Foggia. Il positivo avvio di torneo è però un lontano ricordo

Non si può certo dire che il 2016 sia cominciato sotto i migliori auspici per il Monopoli. In tre partite la squadra pugliese ha racimolato solo un punto, anche se pesante poiché ottenuto al “Massimino” contro la corazzata Catania. Gli undici di Tangorra sono reduci dalla seconda sconfitta interna consecutiva, ma se contro il Matera ci poteva anche stare, lo scontro diretto perso a domicilio contro l’Akragas (peraltro in crisi nera e con cambio di allenatore in corsa), ha lasciato delle ferite sanguinanti, specie in seno alla calda tifoseria del gabbiano, che a fine partita ha pesantemente ma civilmente contestato il rendimento della squadra.

In generale il gol manca da 434 minuti, da quando cioè Gambino segnò la rete del pareggio contro il Catanzaro, mentre la vittoria è assente da due mesi esatti, ovvero dal 29 novembre, quando i biancoverdi ebbero la meglio sull’Ischia. Questa serie negativa di risultati, che dura quindi da sette partite, ha fatto scivolare gli adriatici da una tranquilla posizione di centro classifica fino all’anticamera della zona play out, che dista soltanto un punto. Serve quindi una brusca inversione di tendenza per ritornare in fase di tranquillo galleggiamento in acque non agitate, poiché i monopolitani, popolo di navigatori, sono ben lontani dal poter gridare “Terra”. Il porto della salvezza è ancora colmo di pericoli e pirati.

Gambino

Gambino è uno dei punti di forza dei pugliesi

Al di là della metafora marinara, la società del Monopoli è stata molto attiva in queste settimane convulse di calciomercato. Sono stati tesserati sei calciatori: il portiere Mirarco, il difensore Mercadante, i centrocampisti Viola e Meduri e le punte Di Mariano e Lescano. Hanno invece lasciato la squadra il portiere Tognoni (finito alla Fezzanese in serie D), la punta Canalini (Massese) e due calciatori under, ceduti entrambi in prestito al Bisceglie, sempre in serie D.

Mancano probabilmente all’appello due tasselli: un difensore di piede sinistro, individuato in Loris Bacchetti del Catania (attesa a breve la firma) ed una prima punta senior da affiancare alla coppia Croce – Gambino. Diverse le trattative in corso: sfumati Fall e Mancino dell’Ischia (quest’ultimo una mezzapunta), finiti al Rimini, il consulente Fabio Lupo e la dirigenza stanno sondando diverse soluzioni.

Francesco Di Mariano

Il giovane esterno Francesco Di Mariano è stato prelevato dall’Ancona. Il suo tesserino è di proprietà della Roma

Per quanto riguarda gli indisponibili, non farà parte della spedizione il difensore Ferdinando Castaldo, alle prese con seri problemi muscolari, mentre rientra dalla squalifica il centrocampista Mariano Romano. In forte dubbio l’esterno sinistro Pinto, che ha saltato le ultime due partite per una fastidiosa lombosciatalgia. Tangorra presumibilmente ricorrerà ancora al suo classico 3-5-2 così composto: Pisseri tra i pali; difesa con Bei, Esposito e Ferrara; centrocampo da destra a sinistra con Luciani, Viola, Meduri, Djuric e Mercadante; coppia d’attacco Croce-Gambino.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com