Zeman: “Disattenti sulla prima rete del Messina, poi è mancata la reazione”

Karel Zeman, tecnico della Reggina

Dopo aver vinto il derby d’andata questa volta il figlio d’arte Karel Zeman conosce l’altra faccia della medaglia. Il 2-0 del Messina, firmato da Bruno e Milinkovic, condanna gli amaranto ad un finale di 2016 amaro. Questa l’analisi del tecnico dei calabresi: “Il primo tempo è stato equilibrato, pur avendo avuto il Messina qualche buona occasione. Nel secondo abbiamo iniziato bene, poi inspiegabilmente abbiamo abbassato un po’ il ritmo ed un episodio ha favorito il Messina. Lì siamo stati disattenti e poi non siamo riusciti a reagire”.

Cane interviene su Foresta (foto Chillemi)

Cane interviene su Foresta (foto Chillemi)

La Reggina, come il Messina, avrà tanto da lavorare nel corso della lunga pausa. “Nella sosta invernale dovremo lavorare anche per sopperire al fatto che ad agosto non abbiamo svolto una vera preparazione. I difetti di concentrazione sono invece meno comprensibili e su quelli è più difficile intervenire. Il mercato? Chiunque resti qui sia motivato ed abbia spirito di sacrificio, non chiedo acquisti ma solo questo”.

Amaranto in zona playout in vista della lotta salvezza che ripartirà a gennaio: “La classifica non è mai troppa indicativa finché non si arriva alla fine del campionato. Sette o otto squadre si giocheranno la salvezza, noi siamo tra quelle e dovremo fare punti prima possibile per non restare impelagati. Il Messina oggi ha avuto più convinzione di noi nelle fasi decisive del match e quello ha fatto la differenza”.

The following two tabs change content below.