La Wp Messina esce a testa alta, l’Imperia prosegue la sua avventura nei play-off scudetto

Daria Starace

Le peloritane sconfitte con onore in Liguria nella gara di ritorno dei quarti di finale. Protagonista il giovane portiere Sparano che neutralizza due calci di rigore. In gol la solita Toth (doppietta), Apilongo e Begin.

Fabiana Sparano

Loredana Sparano

Niente da fare per la Waterpolo Despar Messina, la squadra peloritana esce sconfitta dalla piscina “Felice Cascione” e conclude la sua avventura nei play-off scudetto del campionato di serie A1 femminile. Che fosse una missione impossibile si sapeva ancor prima della doppia sfida. La formazione siciliana  ha provato a rendere meno scontato il pronostico e ritorna dalla Liguria a testa altissima. Il finale dice  7-4 per la Mediterranea Imperia, la squadra che ha chiuso al secondo posto la stagione regolare e che giocherà, in Spagna, la finale a quattro di Coppa dei Campioni.

Per le ragazze allenate da Giovanni Puliafito solo elogi. Hanno fatto del loro meglio e onorato il quarto di finale dei play-off scudetto. L’unico appunto può essere fatto per il risultato della partita di andata, ma sarebbe ingeneroso nei confronti di un gruppo che ha lavorato sodo ed è cresciuto alla distanza.

Delle protagoniste di oggi da sottolineare la prova del portiere Loredana Sparano abile a neutralizzare, oltre a parecchi attacchi delle padrone di casa, anche due rigori. Un estremo difensore di sicuro affidamento da cui ripartire per il futuro. Per Messina sono andate a segno l’ungherese Toth, autrice di una doppietta, la canadese Begin e la Apilongo.

Ildiko Toth (WP Despar Messina)

Ildiko Toth (WP Despar Messina)

Cronaca: Gara equilibrata per per tre tempi, la Mediterranea è brava a sbloccare  subito il risultato e a controllare il vantaggio per il resto del tempo. E’ Drocco, protagonista del successo ligure nel match di andata con il gol della vittoria realizzato a meno di un minuto dal termine, ad andare a segno. La Despar Messina con un rigore Toth trova il pari, ma  Stieber regala il nuovo vantaggio all’Imperia prima della fine del tempo. Nel terzo periodo le liguri allungano con Casanova, ma le peloritane rimangono sulla scia delle padrone di casa per merito di Begin che accorcia, le distanze. Sul punteggio di 3-2 le squadre vanno al cambio campo. Nel terzo tempo Carrega realizza in superiorità, dall’altra parte lo stesso fa Apilongo: il distacco fra le due squadre non cambia. Imperia va ancora in gol con Bencardino per il + 2 della squadra di casa. Sparano nega il gol alla Emmolo, parando il rigore che avrebbe regalato il +3  alle padrone di casa: il parziale si chiude sul 5-3. Il match si decide nell’ultimo periodo. L’Imperia appare più decisa ma le siciliane si rendono ugualmente pericolose della parti di Gorlero che sfodera numerosi interventi decisivi. Carrega e Casanova mettono a segno le reti decisiva per il 7-3 che lascia poche possibilità alle messinesi.  La seconda rete personale di Toth fissa il risultato sul 7-4. Nel finale c’è ancora gloria per la Sparano che neutralizza l’ennesimo rigore assegnato alle liguri per fallo su Stieber, ipnotizzando la Ralat.

Gaia Apilongo al tiro

Gaia Apilongo al tiro

Commenti:  Coach Puliafito, nonostante la sconfitta, è rimasto soddisfatto dalla prova delle sue ragazze: “Per ribaltare  il risultato dell’andata ci sarebbe voluto un miracolo, noi ci abbiamo messo grande impegno. La prestazione, in un piscina che ti mette pressione, è stata, tutto sommato, positiva. Il passivo poteva anche essere più contenuto. Adesso ci prepareremo a questa doppia sfida col Bogliasco che ha un valore molto relativo. Sul regolamento meglio non aggiungere altro. Ma sostanzialmente saranno, come minimo, due gare inutili”.

La stagione della Waterpolo Despar Messina proseguirà anche ad aprile. La squadra peloritana dovrà affrontare il Bogliasco per i piazzamenti dal quinto all’ottavo posto. Partite che non aggiungeranno novità alla stagione. Gara di andata in Liguria, il ritorno alla piscina Cappuccini. Nella speranza, in ogni caso, che non ci sia bisogno di una terzo, inutile, match.

Tabellino:

Mediterranea Imperia – Wp Despar Messina 7-4 (2-1, 1-1,2-1,2-1)

Mediterranea Imperia: Gorlero, Ralat, Borriello, Tedesco, Stieber 1, Casanova 2, Pomeri, Carrega 2, Emmolo, Bencardino 1, Drocco 1, Amoretti, Solaini. All. Capanna

Despar Messina: Sparano, Apilongo 1, Gitto, Starace, Morvillo, Loffredo, Battaglia, D’Agata, Toth 2 (1 rig), Begin 1, Avola, Rella. All. Puliafito.

Arbitri: Bensaia e Taccini.

Superiorità numeriche: Imperia 1/6 + 2 rig falliti (parati) rispettivamente da Emmolo nel terzo tempo e a Ralat nel quarto tempo, Messina 2/8 + 1 rig.

 Calendario dei playoff scudetto dell’A1 femminile

A. Orizzonte Catania– Prato  16-4   (andata 20-4)
Imperia– Wp Despar Messina 7-4 (andata 8-7)
Rapallo–  RN Bogliasco  7-7 (andata 9-5 )
Plebiscito Padova– Firenze 16-10 (andata 13-6)

Semifinali 16 aprile, 26 aprile ed ev. 30 aprile 

1°-4° posto
Orizzonte – Plebiscito Padova
Imperia – Rapallo

5°-8 posto
Firenze – Prato
Bogliasco – Wp Despar Messina

La sintesi di gara-1:

Johanne Begin commenta l’ottima prova della WP con l’Imperia:

Il tecnico Giovanni Puliafito soddisfatto dalla squadra:

L’analisi del presidente Genovese:

Commenta su Facebook

commenti