Vittoria all’overtime per l’Alfa Catania. Spadafora ritrova il suo gioco

Spadafora-Alfa

Tra Spadafora ed Alfa l’inizio gara è equilibrato, successivamente una difesa poco incisiva per i padroni di casa permette agli ospiti di allungare grazie alla prova di Byrd (32 finali per lui ) che con due triple nel finale di quarto porta i suoi sul + 9, con il punteggio di 18-27 al termine della prima frazione. Nel secondo quarto i ragazzi di Coach Maganza entrano in campo con una concentrazione maggiore in difesa ed anche una migliorata circolazione palla che permette alla Piero Lepro Spadafora di recuperare parte dello svantaggio.

Da registrare le buone prestazioni di Barbera e Scozzaro in fase offensiva e di Stuppia che, con una tripla, porta i suoi sul -4 al riposo lungo con il punteggio di 43-47. Al rientro sono ancora Stuppia e compagni a spingere sull’acceleratore firmando il sorpasso e portando Spadafora sul + 6. Ma l’Alfa Catania non demorde e tenta di riportarsi avanti, riuscendoci con un parziale di 9-0 e con una tripla sulla sirena del terzo quarto. Ci si presenta all’ultima frazione con il punteggio di 60-63.

35 punti per il play di Spadafora Stuppia

La quarta frazione è molto intensa, vede le squadre battersi punto a punto, per gli ospiti in evidenza Ferraro e Gottini mentre è ancora Stuppia (35 punti per lui) per la Piero Lepro, a trascinare i suoi. L’equilibrio si conferma sino alla sirena finale e pertanto si va all’overtime con il punteggio di 87 pari. Supplementare che premierà alla fine l’Alfa Catania che si aggiudica il match, mentre il vano tentativo finale di Mobilia va a infrangersi sul ferro. Risultato finale 95-97. A margine della gara le dichiarazioni di Coach Maganza: “Anche se non siamo riusciti a ritrovare la vittoria, sono contento della prestazione dei miei ragazzi. Abbiamo affrontato una compagine che sta disputando questo campionato con velleità diverse da noi e con disponibilità maggiori ma quest’oggi siamo riusciti a colmare ogni gap e ad affrontare alla pari i nostri avversari. Concentrati adesso alla prossima gara verso l’obiettivo salvezza, che con l’impegno di oggi ed il gioco di squadra potrà essere alla nostra portata a prescindere anche attraverso i playout”.

Piero Lepro Spadafora -Alfa Catania 95-97

Parziali: 18-27; 15-20; 17-16; 27-24; 8-10  

Piero Lepro Spadafora: Scibilia n.e., Santoro n.e., Barbera 10, Sofia 15, D’angelo, Vento 4, Molino, Scozzaro 20, Mobilia 9, Stuppia 35, Colosi 2, Amendolia n.e. All. Maganza 

Alfa CataniaFerraro 23, Gottini 13, Signorello 3, Byrd 32, Verzì 6, Patanè n.e., Pennini n.e., Puglisi n.e., Commissaris 14, Abramo 6.  All. Bianca 

Arbitri: Saeli -Miragliotta

Commenta su Facebook

commenti