Villafranca, Picciolo: “Risultati gratificanti. A Catanzaro un bel banco di prova”

Giacomo Picciolo

Si chiuderà con la tappa di Catanzaro il girone B della Serie A di Beach Soccer. Per lo Shedir Villafranca, attualmente secondo in classifica appaiato al Terracina, c’è da sigillare la qualificazione alla Final Eight di Riccione. In terra calabrese la squadra allenata da Fabrizio Belluso affronterà nell’ordine Catania, Terracina e Licata. Tre partite che metteranno in palio dei punti importanti e serviranno a definire la graduatoria del raggruppamento.

Il presidente Giacomo Picciolo

Il presidente Giacomo Picciolo

In vista dei prossimi impegni il presidente Giacomo Picciolo stila un primo bilancio: “I 15 punti conquistati rappresentano un ottimo risultato e andremo a Catanzaro per ottenere la matematica certezza della qualificazione. Raggiungendo almeno quota 18 ci assicureremmo anche il terzo posto. Le sfide con Terracina e Catania saranno degli step importanti, per misurarci con due corazzate e capire se possiamo aspirare anche a qualcosa in più. Gli attuali risultati ci gratificano, la squadra merita un voto compreso tra il 7,5 e l’8. Abbiamo allestito un roster competitivo, raggiungendo sin qui gli obiettivi prefissati, come la semifinale di Coppa Italia, chiusa al terzo posto e per la prima volta la qualificazione alla Final Eight, ormai vicina”.

Importanti i segnali forniti dal gruppo, sia dai giocatori siciliani che per quanto riguarda gli stranieri in organico. “Una bella soddisfazione veder crescere il gruppo dei siciliani in rosa. I catanesi vantano grande esperienza in Serie A, mentre i locali hanno uno o due anni di beach soccer alle spalle. Sono andati bene, devono ancora migliorare e possono farlo anche in prospettiva futura. Ottimo, inoltre, l’apporto degli stranieri, come Ott e i brasiliani Juninho e Anderson che conoscevamo e hanno dato ciò che ci aspettavamo”. 

Formazione Shedir Villafranca

Una formazione dello Shedir Villafranca

Per lo Shedir Villafranca una stagione importante che può consentire di mettere le basi per poter costruire qualcosa di importante: “Deve essere questo l’anno di partenza per cercare di piazzarci nell’èlite del beach soccer italiano e puntare magari dal prossimo anno al titolo. Ci misureremo adesso con Catania e Terracina ed abbiamo già affrontato in Coppa Italia il Viareggio. Senza presunzione e consapevoli dei nostri limiti possiamo giocarcela con tutte”.

.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti