Villabate in Eccellenza, definiti gli spareggi. Barcellona P.G. verso la cancellazione?

Il Villabate festeggia il ritorno in Eccellenza

Nessun campionato prevede una finale. Villabate-CUS Palermo una finale lo è stata però in piena regola e con un turno di anticipo sul termine del torneo il derby palermitano ha consegnato l’Eccellenza ai padroni di casa. L’1-0 firmato Clemente ha dunque permesso ai giallorossi di blindare la testa della classifica, risolvendo il lungo duello che ha animato il gruppo B di Promozione e condannando di fatti gli universitari a passare dai play-off per mantenere i propri sogni di gloria. Davanti ai festeggiamenti dei villabatesi, l’undici di Giancarlo Ferrara subisce oltre il danno anche la beffa di aver perso il +10 sul Caccamo, che fino alla scorsa giornata avrebbe proiettato il CUS nella finale in campo neutro per accedere al massimo campionato regionale. Proprio il Caccamo, terzo in classifica, riapre così i giochi sbarazzandosi del Monreale col risultato di 3-1 e portandosi otto punti sotto l’undici cussino. Dentro il margine di sicurezza la Santangiolese, vincente per 2-1 nel classico nebroideo contro il già salvo Sinagra quindi destinata ad una semifinale playoff contro il Caccamo.

La formazione del Barcellona PG

Il Barcellona P.G. scomparirà dai quadri federali?

Nella seconda metà della classifica festeggiano la salvezza anticipata Futura Brolo ed Acquedolcese, che pareggiano sabato con uno spettacolare 3-3 e vola L’Iniziativa San Piero Patti, che in svantaggio sul campo del Geraci rimonta in pieno recupero e strappa un 1-2 che le permette di migliorare vistosamente la propria classifica. Festeggia poi in grande stile anche il Lascari, che in un pre-playout schianta il Casteldaccia con un sonoro 4-0 e stacca il biglietto per un’altra stagione in Promozione. Subita la sconfitta i madoniti sono dunque matematicamente agli spareggi per non retrocedere, contro un Gangi che beneficia della mancata presentazione del Barcellona P.G. Proprio la formazione di mister Benedetto Granata, alla seconda rinuncia, vive una fase di disinteresse dopo la salvezza conquistata con largo anticipo, con la società che valuta l’opportunità di non iscriversi al prossimo campionato. Per decidere, ci sarà di mezzo un’estate: intanto la scena è per gli ultimi sprazzi di stagione.

The following two tabs change content below.
Redazione Messina Sportiva

Redazione Messina Sportiva

Commenta su Facebook

commenti