Vi presentiamo il Foggia: De Zerbi punta sul 4-3-3 con Iemmello leader

FoggiaIl Foggia dovrà fare a meno del suo pubblico all'esordio

In quello che si può facilmente definire come il “big-match” del 9° turno del campionato di Lega Pro girone C, il Foggia ospiterà allo “Zaccheria” il Messina.

Roberto De Zerbi

L’allenatore Roberto De Zerbi

La società. Dopo la mancata iscrizione dell’U.S. Foggia per scelta di Pasquale Casillo, nel luglio del 2012 nasce l’ACD Foggia Calcio, con Davide Pelusi nel ruolo di presidente della compagine formata da 3 gruppi che dividevano equamente al 33,3%  le quote societarie. Negli anni successivi l’organigramma societario ha visto molti cambiamenti fino a raggiungere l’attuale assetto che vede la carica di presidente assegnata a Lucio Fares e la nascita dell’intesa con Franco e Fedele Sannella, proprietari del main sponsor “Tamma”, pastificio storico della città dauna e primo sponsor ad apparire sulle maglie dei rossoneri dal 1981 al 1984. Proprio i fratelli Sannella, durante la conferenza stampa di presentazione di Lucio Fares come nuovo presidente del Foggia, hanno dichiarato che l’obiettivo stagionale minimo per i rossoneri è di migliorare il risultato della passata stagione, ossia raggiungere quantomeno i play-off per la promozione in Serie B. Nota importante da segnalare è certamente lo sforzo profuso da questa nuova società per riacquistare il simbolo dei “Satanelli”, che erano rimasti di proprietà della vecchia società fallita ufficialmente nel luglio del 2014, e tutta la storia sportiva ad esso collegata.

Alessio Viola del Foggia in conferenza

Alessio Viola in conferenza stampa

Staff tecnico e squadra. Sulla panchina dauna siede anche quest’anno Roberto De Zerbi, che ha prolungato assieme a tutto il suo staff tecnico, il proprio contratto per 3 stagioni. Durante il calciomercato estivo c’è stato l’inserimento in rosa di tutte le prime scelte richieste dal tecnico nato a Brescia, con gli arrivi dei terzini di spinta Angelo Mariano de Almeida, per lui tanta Serie A e Serie B nel curriculum,  sulla corsia destra e di Di Chiara sulla sinistra, l’esperto difensore centrale De Giosa, i centrocampisti Riverola, ex canterano del Barcelona con il quale vanta anche una presenza in Champions League nella vittoria per 4-0 dei “blaugrana” sul BATE Borisov del 6 dicembre 2011, e Coletti (anche se, a onor del vero, l’ultimo citato aveva iniziato la stagione da centrale difensivo prima di essere schierato nella zona mediana dopo il grave infortunio occorso a Quinto), dell’esterno destro offensivo Floriano e dei centravanti Viola, l’anno scorso alla Reggina, ed il ritorno in prestito di Iemmello, vero e proprio leader del reparto offensivo ed idolo dei tifosi dopo aver rifiutato Lanciano e la Serie B per ritornare a vestire la casacca rossonera.

Pietro Iemmello, bomber rossonero

Pietro Iemmello, bomber rossonero

Il modulo. Il modulo di gioco non è cambiato rispetto alla passata stagione: De Zerbi pratica un 4-3-3 molto offensivo con terzini che si propongono spesso in fase offensiva, mezzali di centrocampo che si inseriscono tra le linee di attacco cercando di sfruttare i varchi aperti dai compagni nella retroguardia avversaria, ed esterni offensivi che tendono a rientrare sul proprio piede preferito per tentare la conclusione verso lo specchio della porta anzichè puntare al fondo per crossare. Pedina fondamentale del gioco è il mediano, che detta i tempi di un gioco fatto per lo più di passaggi corti rasoterra.

ll centrocampista Agnelli (foto Luca Maricchiolo)

ll centrocampista Agnelli (foto Luca Maricchiolo)

Inizio campionato. Il Foggia ha avuto un inizio di campionato molto negativo con solamente 1 punto raccolto nelle prime 3 partite a causa delle sconfitte esterne subite a Pagani (2-1) e Benevento (1-0), intervallate dal pareggio casalingo per 1-1. Dopo una settimana di ritiro in quel di Sturno, in provincia di Avellino, i “Satanelli” hanno cominciato un ciclo che li vede imbattuti da 5 turni; inoltre, dopo la vittoria per 1-0 contro il Melfi ed il pareggio per 1-1 a Matera, il Foggia ha conquistato 3 vittorie consecutive con due secchi 4-0, prima allo “Zaccheria” contro il Lecce e poi a Rieti contro la Lupa Castelli Romani, seguiti dall’1-0 del derby di sabato scorso contro l’Andria. Insomma, dati numerici alla mano, si può facilmente affermare che la partita di domenica vedrà impegnate in campo due tra le squadre più in forma del campionato.

Presentazione a cura di Armando Borrelli, redattore di calciofoggia.it. Come ogni settimana un collega ci presenta l’avversario del Messina.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti