Upea Orlandina, l’ex Scafati Mays rinforza il roster di coach Pozzecco

Mays

L’Upea Orlandina corre ai ripari sul mercato definendo con una trattativa lampo l’ingaggio dell’atleta statunitense Keddric Mays che andrà a ricoprire il ruolo di play, originariamente affidato al poi tagliato Wright.

Mays

Keddric  Mays

Mays è un volto noto agli sportivi italiani che lo hanno potuto ammirare nel corso della passata stagione di Legadue con la maglia di Scafati, mentre aveva iniziato questa stagione con la compagine bosniaca dell’Igokea Partizan, giocando appena due gare, prima di essere rilasciato lo scorso 11 ottobre.

Texano di Livingston, classe 1984, 183 centimetri, buon tiratore dalla media e lunga distanza, grande dinamismo atletico e buona visione di gioco, Mays è un “globetrotter” del panorama cestistico internazionale,

Gioca in patria sino al 2007, dapprima con il piccolo Cloud County Community College in Kansas, per poi passare al team dei “Mocs” dell’Università di Chattanooga in Tennessee dove chiude l’esperienza in NCAA con la media di 14,3 punti per gara, il 42,2% da due e il 41,3% da tre.

Mays contro l'Upea contrastato da George e dal futuro compagno Portannese

Mays contro l’Upea contrastato da George e dal futuro compagno Portannese

Non viene selezionato ai successivi draft dell’NBA, e nel 2008 arriva l’approdo in Europa con la firma per i finlandesi dell’Espoon Honka dove però giocherà appena una gara. Nel settembre del 2008 arriva l’approdo all’Universidad Catolica in Cile.

Segue il ritorno nel “Vecchio Continente” con lo Znicz Jaroslaw in Polonia dove conclude la stagione 2009/10 con una media di 19,3 punti e 3,4 rimbalzi a partita, con il 49% da due, con il 39,4% da tre.

L’anno seguente si sposta in Ucraina dove giocherà una prima stagione al Ferro-ZNTU Zaporozhye ed una seconda con la Politekhnika-Halychyna. Medie punti sempre sui 13 punti a gara, e buone percentuali complessive in ogni fondamentale.

Numeri che lo portano all’attenzione della dirigenza dei campani dello Scafati che lo ingaggiano per la passata stagione che vede la compagine centrare l’accesso ai play-off  con il settimo posto finale in regular season.

Mays in maglia Givova Scafati

Mays in maglia Givova Scafati

Numeri significativi in Legadue:  18,8 punti di media, i 3,7 rimbalzi e i 3,3 assist a partita, e grande considerazione in tifosi ed avversari tanto da valere la chiamata per l’All Star Game, dove sarà parte della formazione agli ordini di coach Gianmarco Pozzecco

Mays è un giocatore che ci piace da parecchio tempo – ha ammesso il Direttore Sportivo dell’Orlandina Basket Giuseppe Sindonied  appena letta la notizia del suo addio all’Igokea, mi sono confrontato con Gianmarco e lo staff, e dopo pochi minuti eravamo già tutti convinti che lui sarebbe stato l’uomo giusto per noi. Ci darà difesa sulla palla e aggressività dal pick & roll, aprirà anche tanti spazi per i nostri tiratori. Avevamo già fatto un tentativo per Keddric a giugno, ma aveva già sul tavolo offerte importanti da club di prima fascia italiani e stranieri».

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti